Bed and breakfast a Ravello, primo step per una vacanza indimenticabile

ravelloBuona parte dei turisti che decidono di trascorrere una vacanza nel Sud Italia e più in particolare a ridosso della Costiera Amalfitana, guarda caso, sono soliti fare tappa a Ravello. Essendo una cittadina che prende forma nel cuore vero e proprio della Costiera, nonché luogo di straordinaria bellezza e di innato fascino, la scelta di un bed and breakfast Ravello riscuote ancora oggi un successo ragguardevole. Alla luce di ciò, vediamo alcuni validi motivi per i quali valga la pena trascorrere qualche giorno in questa località!

Ravello è sede di un incantevole scenario nell’ambito del quale alberghi, hotel, bed & breakfast e ristoranti registrano quasi sempre il pieno esaurito: la sua storia e le sue bellezze naturali si combinano in un mix unico nel suo genere. Ma Ravello è anche sede di imponenti bellezze architettoniche e di monumenti tipici che si spalmano lungo le piazze, le vie e gli scorci più intimi.

Tra l’altro questo paesino vanta una posizione davvero strategica, ottima per poter raggiungere con facilità altri luoghi di interesse che fanno della Costiera Amalfitana una delle destinazioni più affascinanti d’Europa.

Chi si reca in visita presso queste zone, però, sa bene come la scelta di un bed and breakfast Ravello sia una tappa essenziale per chiunque nutra il desiderio di una villeggiatura indimenticabile, dettata dal relax e dalla familiarità tipica della popolazione locale. A differenza di hotel e alberghi, infatti, i b&b entrano a far parte di una formula inevitabilmente influenzata dalla comodità delle camere, dalla posizione ottimale delle strutture e dalla simpatia dei titolari che sanno bene come intrattenere i turisti in maniera tale che possano sentirsi a casa loro.

Come se tutto ciò non fosse sufficiente per fare di Ravello una scelta ideale di villeggiatura, ci basti sapere che in particolari periodi dell’anno le tariffe delle sue strutture alberghiere e ricettive tendono a farsi alquanto interessanti!

Spray al peperoncino: come usarlo al meglio

spray peperoncino

Lo spray al peperoncino è una delle ultime armi da difesa acquistabili in commercio. Grazie al decreto ministeriale n.103 di maggio 2011, questa piccola bomboletta può salvarci in situazioni estreme di pericolo. Tuttavia, in fase di acquisto, bisogna fare attenzione ad alcuni dettagli.

Lo spray al peperoncino contiene al suo interno un estratto dal peperoncino di Cayenna. Questo, però, non deve superare il 10% del contenuto, e la bomboletta non può essere superiore ai 20 ml. Non solo: in commercio troviamo due spray differenti, e con due getti ben distinti.

Il primo è a getto balistico: si tratta di un getto preciso e diretto. In caso di vento non avremo ritorni in faccia, ma prima di utilizzarlo è bene allenarsi a casa. Lo spray a getto conico, invece, è nebulizzato e permette di colpire più persone contemporaneamente.

Purtroppo, in caso di vento, anche la vittima potrebbe risentire degli effetti dello spray. Per utilizzarlo correttamente bisogna posizionare le tre dita, e il pollice, lungo la bomboletta, mentre l’indice preme l’erogatore.

Inoltre, quando si esce, è opportuno tenere lo spray in una zona di facile accesso, ed immediata. Una volta vaporizzato il getto, la vittima ha circa 20 minuti di tempo per fuggire e salvarsi. Già, perchè è questa la durata dello spray al peperoncino.

Inoltre, l’aggressore per quel lasso di tempo avrà difficoltà respiratorie e di movimento, e non riuscirà a vedere niente e nessuno di fronte a sè. L’effetto, quindi, ha una durata di circa 20 minuti: un tempo utile per la fuga, e per chiamare aiuto.

Ricordatevi di controllare la bomboletta spray: deve essere integra in fase di acquisto, e  deve avere una sicura di emergenza in caso di manovre involontarie. Infine, un’ultima informazione: lo spray può essere acquistato ovunque. Su internet, in armeria o nei centri commerciali. Tuttavia, è vietata la vendita a ragazzi con età inferiore ai 16 anni.

Prepara la casa al grande freddo: ecco come

casa e freddo

L’inverno è alle porte, e con esso anche tutti i rimedi per tenere la nostra casa al riparo dal grande freddo. Ma pensate di sapere proprio tutto? Noi vi consigliamo tre strategie imbattibili, e da tenere sempre bene a mente. Iniziamo con la manutenzione.

Ogni anno, ogni caldaia, deve seguire un iter ben preciso: deve essere controllata da un tecnico specializzato, e il tutto deve essere annotato su un libretto. La novità 2014 è che dallo scorso 15 ottobre il vecchio libretto non è più valido.

In compenso possiamo scaricarlo direttamente dal sito www.sviluppoeconomico.gov.it. La parte utile si trova nel capitolo “Domande frequenti sugli impianti di climatizzazione”. Una volta scaricato, va compilato e poi lasciato al tecnico per le dovute firme.

Oltre a ciò, avete altri due metodi ben precisi per tenere al caldo la vostra abitazione: prima di tutto, utilizzate i paraspifferi. Per le porte potete utilizzare quelli con le spazzole semirigide, molto più resistenti e in grado di isolare meglio di quelle in setola.

Per quanto riguarda gli infissi,invece, potete utilizzare delle strisce adesive in PVC espanso: oltre ad essere facili da attaccare, sono semplici anche da recuperare in commercio.

Infine, un’ultima accortezza: tra il muro e il calorifero potete inserire un pannello termoriflettente. In questo modo il muro non assorbirà tutto il calore emesso dal calorifero, e voi riuscirete a risparmiare fino al 10% di energia. Insomma, un gran bel risparmio.

In definitiva, l’inverno è alle porte e dobbiamo prepararci al meglio: secondo i metereologici, quest’anno avremo un freddo polare. Perchè, quindi, patire il peggio senza prepararsi? Pochi, e semplici, accorgimenti renderanno la vostra casa più calda, e pronta ad ogni emergenza.

Visto d’ingresso per la Russia

russiaIl visto Russia è fondamentale per tutte le persone che desiderano visitare questa nazione, si chiama visto di ingresso e nella maggior parte dei casi ha la durata di un mese. Se desiderate soggiornare per più tempo, dovrete accedere alla richiesta di visiti business.

Il visto business permette di entrare e rimanere in Russia per massimo un anno, tutti i membri della Comunità Europea che in passato hanno ottenuto un visto annuale o che possono dimostrare di avere partner commerciali in Russia, hanno la facoltà di richiedere visti multi annuali dai 2 ai 5 anni.

Esistono tre tipologie di visto:

  • Entrata singola
  • Entrata Multipla
  • Entrata doppia

Per richiedere questa variante è necessario recarsi in Ambasciato o consolato russo con i seguenti documenti:

  • Passaporto
  • Due foto a colori su sfondo bianco
  • Modulo richiesta ingresso
  • Invito ufficiale rilasciato da organizzazione autorizzata ad invitare straniere nelle nazione.
  • Assicurazione Medica

Molti non sanno che l’invito può essere emesso da parte del ministero degli Affari Esteri <russo o della rappresentanze regionali. Esistono intermediari che possono occuparsi della procedura e di spedire l’invito originale con corriere espresso al costo di 50 euro oppure di inviarlo direttamente al Consolato con 5 euro per la ricezione.

Ecco i costi delle tipologie di visti

3 mesi entratati doppia 100 ero per 30 giorni, 185 per 5 giorni lavorativi o 60 euro per un giorno lavorativo.

1 mese entrata doppia a 90 euro per un mese, cinque giorni a 171 euro o sempre lo stesso importo di sessanta euro per un giorno lavorativo. Questi costi valgono solo per le tipologie di inviti business, in base alla fretta di richiesta del visto i costi proposti dalla maggior parte degli intermediari sono questi, che ne pensate? Siete ancora pronti ad andare in Russia?

Servizi investigazioni Torino

investigatoreSiete alla ricerca di servizi investigazioni Torino? Non dovrete preoccuparvi, le possibilità molteplici sono innumerevoli voi dovrete solo poter richiedere ogni tipo di servizio offerto e assicurarvi che la qualità sia ottimale. Quando si parla di investigatori la gente pensa subito a truffe e professionisti poco reali, in realtà non funziona così, anzi le alternative disponibili sono troppe e difficili da gestire.

Perché non iniziare a conoscere questo mondo fantastico e pronto per ottenere i vantaggi di un certo livello? Nella maggior parte dei casi tutte le associazioni sanno bene che la qualità proposta deve essere elevata, tutti devono poter accedere a questi vantaggi e nel minor tempo possibile, ecco la motivazione principale che spinge la gente a ricercare soli i veri professionisti.

Molte aziende si spacciano come famose quando in realtà non lo sono, quindi assicuratevi di poter vivere le esperienze migliori e in pochissimo tempo non potrete far altro che avere la conferma di tutte le qualità ottenute. Non è difficile capire che le occasioni disponibili per trovare una società investigativa sono innumerevoli, tutto dipende dal tipo di servizio che state cercando.

Controllo di persone, ex dipendenti, consorti o quali altri vantaggi? Forse non siete mai stati così interessati e non vi siete mai chiesti quali siano le alternative disponibili. Da oggi tutto cambia e le evoluzioni renderanno difficile la scoperta di un tradimento, grazie alla tecnologia alcune pensano di poter fare i furbi, in realtà nessuno scappa da un agente investigativo.

Preparatevi a scegliere le soluzioni ottimali, un vero professionista non vi richiede il pagamento anticipato e vi offre una serie di servizi di qualità esclusiva. Provare per credere e ricordatevi di farvi fare un preventivo prima di firmare un contratto di collaborazione con un investigatore o un’agenzia che lavora nel settore.

Planner di casa: ecco come organizzare la settimana

planner

Organizzare la settimana in modo scrupoloso con l’obiettivo di arrivare al fine settimana successivo non troppo stanca, e provata. Sembra quasi un sogno,ma in realtà bastano pochi accorgimenti per farlo diventare realtà: prima di tutto impara a redigere un planner di casa.

Già, hai capito bene: un planner di casa ti serve per avere sotto mano la situazione, organizzare la spesa e tutte quell attività “casalinghe” che possono portarti via tanto tempo. La domenica pomeriggio, dedica 10 minuti a questo semplice schema, partendo proprio dal giorno in cui devi andare  a fare la spesa.

Fai un elenco dettagliato di tutto ciò che ti manca: in questo modo, quando arriverai al supermercato saprai già dove andare, e non ti limiterai a vagare come una mina impazzita. Inoltre, prova a redigere un “menù settimanale”. In questo modo, potrai cucinare gli ortaggi freschi nei primi giorni, e lasciare per la fine della settimana tutto ciò che avanza. Risparmierai tempo anche in settimana, in quanto saprai bene cosa cucinare ogni giorno.

Puoi utilizzare lo stesso sistema anche per pianificare le pulizie quotidiane: ogni giorno dedica 30/40 minuti a resettare la casa, lavare i pavimenti o igienizzare il bagno. Programma un solo giorno alla settimana per i lavori più grossi, quali ad esempio sistemare la cabina armadio oppure lavare i vetri.

Fatti aiutare nelle pulizie domestiche sia dai tuoi figli che da tuo marito: in questo modo avrai più tempo per te stessa.

Infine, ricordati che il planner di casa è solo un promemoria: gli imprevisti, la giornata negativa oppure quella in cui non si ha voglia di fare nulla, sono comunque ammesse e concesse. Sei pronta a redigere il tuo planner?

Igienizzare la lavatrice: ecco come

lavatrice igienizzare

La lavatrice è uno degli accessori più utilizzati in famiglia. Soprattutto se parliamo di quelle numerose. Ecco perchè è importante la sua manutenzione, la cura e la sua igiene. Se in commercio esistono numerosi prodotti pensati appositamente per questo, è anche vero che possiamo pensarci da sole, utilizzando semplici ingredienti quali il sale grosso, il bicarbonato o l’aceto. Vediamo come.

Prima di tutto, se volte pulire l’interno della vostra lavatrice potete inserire  un chilo di sale grosso, e far partire un lavaggio a vuoto anche a basee temperature. Grazie alla presenza del sale, pulirete in profondità sia il cestello che le guarnizioni.

Se, invece, volete combattere il calcare, allora dovete utilizzare l’acido citrico o l’aceto: sono ingredienti facili da reperire e molto utili. Anche il filtro della lavatrice ha bisogno di essere pulito: ogni sei mesi, smontalo. Prima, però, posiziona degli asciugamani sul pavimento: in questo modo assorbirai subito eventuali perdite di acqua. Puoi pulire il filtro con un vecchio spazzolino, oppure immergendolo in acqua calda e bicarbonato.

Una piccola precauzione che devi prendere riguarda la fine del ciclo di lavaggio: quando hai svuotato la lavatrice, lascia il cestello aperto. In questo modo, eventuali ristagni d’acqua si asciugheranno e non emaneranno cattivi odori.

Infine,  ricordati di programmare un lavaggio a vuoto almeno una volta al mese: metti un bicchiere di aceto di mele nella vaschetta della lavatrice, e un altro mezzo nel cestello. Poi fai partire il lavaggio, e vedrai la tua lavatrice nuova come la prima volta che l’hai utilizzata.

Insomma, semplici accorgimenti (tra l’altro molto economici) possono permetterti di risparmiare notevolmente, e di avere una lavatrice sempre in ottime condizioni. Non solo: ricordati che il bicarbonato è ottimo per eliminare i cattivi odori, e che l’aceto è indicato anche al posto dell’ammorbidente. Sei pronta per azionare la tua lavatrice?

Apparecchiare la tavola: ecco i consigli giusti

apparecchiare tavola

Lo facciamo quotidianamente, e più volte al giorno. Eppure, l’arte dell’“apparecchiare la tavola” è un mondo piuttosto sconosciuto ai più. Le ragioni sono tante: la fretta, la non curanza, e l’abitudine a mangiare da soli oppure solo  con i familiari più stretti. Ed ecco, quindi, che ci ritroviamo con la forchetta messa a casaccio,i bicchieri spaiati, e tanto altro ancora. Il Galateo, però, insegna il contrario! Ecco alcuni consigli per apparecchiare la propria tavola con gusto, eleganza e soprattutto correttamente…senza ovviamente perderci la giornata!

Innanzitutto, parliamo della regola base: la forchetta va a sinistra, mentre il coltello sempre a destra. Questo perchè la forchetta segue la direzione della mano sinistra, mentre il coltello viene posizionato dalla parte della mano che lo utilizzerà. Non solo: la lama del coltello deve essere rivolta verso l’interno. Quindi deve “guardare” il piatto.

Aggiungiamo un pezzetto in più: il cucchiaio. Questo deve essere riposto alla destra del coltello. Vi potrà capitare di vedere anche le posate da dessert: queste devono essere posizionate oltre il piatto, e poco prima del bicchiere. A questo proposito, il manico delle forchettine da dessert è verso sinistra, mentre quello del coltellino verso destra.

Inoltre, nelle cene più importanti vi capiterà di vedere molte pioù forchette e coltelli: l’ordine non cambia. La forchetta va sempre a sinistra, mentre il coltello a destra. Al massimo varierà la disposizione: sia le forchette che i coltelli potrebbero essere posizionati in modo decrescente, in base al loro uso.

Per mangiare insieme, quotidianamente utilizziamo le tovagliette. Per le grandi cene, invece optiamo per una tovaglia in lino o cotone: semplice, ma molto elegante. Ricordate, poi, che il piatto fondo va utilizzato solo per servire le zuppe o le minestre, mentre il sottopiatto rimarrà a tavola per tutta la durata del pasto. Questo verrà rimosso solo quando verrà servito il dessert.

Infine, anche i bicchieri hanno la loro importanza: ricorda di portare a tavola sempre due bicchieri (uno per il vino e uno per l’acqua), mentre quelli per il dolce vanno leggermente distanziati.

Diploma on-line, quanto costa?

scuola

scuolaQuanto conosciuto, comunemente, con il nome di diploma on-line, è un percorso di studi particolarmente innovativo, che si avvale delle più moderne tecnologie per permettere allo studente di poter ottenere una formazione dedicata, a distanza, utile per poter predisporre una preparazione utile ad affrontare con serenità l’esame di scuola statale o paritaria. Ma – sanciti i vantaggi insiti nel diploma on-line – quanto costa l’adeguata preparazione a distanza?

Iniziamo con il ricordare come il diploma on-line possa garantire un significativo risparmio derivante dal non doversi recare a scuola, e dal non dover supportare tutti i costi fissi propri delle tradizionali scuole. Pertanto, il risparmio rispetto ai corsi svolti nelle scuole “ordinarie” può arrivare anche fino al 50%.

Stabilito quanto precede, è bene ricordare anche che il prezzo del servizio offerto da una scuola online ingloba una serie di benefici difficilmente monetizzabili. Si pensi all’assistenza da parte della segreteria amministrativa e di quella didattica, all’assistenza burocratica, alla garanzia “promosso o rimborsato” (che prevede una nuova preparazione gratuita fino al superamento dell’esame), e ancora alla possibilità di accedere a delle videolezioni consultabili in qualsiasi momento.

Vi è inoltre la possibilità di poter ottenere testi scolastici in formato digitale, l’assegnazione di un tutor personale, l’assistenza da parte dei professori, e ancora l’accesso all’area personale, alla biblioteca online e tanto altro ancora, in un’ottica di piena efficacia ed efficienza.

Il tutto viene generalmente erogato con costi che oscillano intorno ai 2,5 – 3 mila euro annui. Per quanto intuibile, i costi varieranno a seconda del tipo di studio e del livello di preparazione scelta: il nostro consiglio è dunque quello di chiarire in modo trasparente e univoco, con la vostra scuola online, tutti i costi che andrete ad affrontare. Di norma sono altresì previste forme di pagamento personalizzate, al fine di venire incontro in modo ancora più compiuto alle esigenze dello studente.

Facebook sotto attacco, ritorna il virus degli occhiali

occhiali
occhialiNon è certo una buona notizia quella pubblicata poche ore fa da alcuni siti americani. Il colosso dei social network, Facebook sarebbe nuovamente vittima di un pericoloso virus capace di mettere a repentaglio ls privacy e la sicurezza dei propri utenti.
Si tratta di una minaccia apparsa già due anni fa, nel 2012, quando ad alcuni utenti di Facebook furono rubati dati personali, contatti e anche informazioni delicate su conti bancari, carte di credito e account di PayPal.
Conosciuto come il ‘virus degli occhiali’, si presenta come una normale pubblicazione di un amico, condivisa sul nostro muro per segnalarci la vendita a prezzi vantaggiosi di una nota marca di occhiali da sole. È una delle marche maggiormente usate e che negli anni ‘80 esplose grazie al film di Tom Cruise, Top Gun.
Il testo della falsa pubblicità è molto accattivante: “Ray-Ban Occhiali da sole outlet online. Prezzo di 17.99 € solo giorno. Moda e affidabile e di buona qualità” e anche da un punto visivo il banner che appare su Facebook è davvero ben fatto.
Il virus agisce in modalità silenziosa e prima che possiamo rendercene conto potrebbe essere troppo tardi. Ma come proteggersi allora?
Per prima cosa ovviamente, scegliere e installare uno tra i migliori antivirus oggi disponibili, sia uno gratuito o a pagamento: grazie alla nuova tecnologia di protezione Internet in tempo reale, gli antivirus più solidi permettono di bloccare il furto di informazioni anche online.
In secondo luogo, controllare estesioni e plugin del nostro navigatore web: spesso si autoinstallano programmi spia e adware su Chrome o Firefox che occorre eliminare manualmente.
Infine, sembrerá banale e scontato, cambiare la nostra password di Facebook (almeno due volte all’anno) e cercare di non condividere proprio tutto su questa rete sociale, rimuovendo informazioni personali sensibili.
L’elemento principale per non venire infettati dipende sempre dal nostro comportamento: evitare di credere a offerte incredibili perchè nel mondo di Internet tutto ciò che luccica nasconde una trappola da cui spesso è difficile scappare.

 

1 2 3 5