Allianz chiude trimestre in buona crescita

Il gruppo assicurativo tedesco Allianz ha recentemente pubblicato i propri risultati societari, evidenziando un utile in forte crescita grazie principalmente alla performance di Pimco, e conducendo in positivo aumento l’indicatore di solvibilità Solvency II.

Proprio quest’ultimo viene ritenuto dagli analisti come il dato più importante all’interno del ricco dossier che la compagnia assicurativa ha diramato ai propri stakeholders con l’obiettivo di condividere tutti i risultati trimestrali ottenuti dall’operatore tedesco nel corso del secondo trimestre. L’indicatore del rapporto di solvibilità (Solvency ratio II) è infatti cresciuto dal 212 per cento medio dei primi tre mesi dell’anno al 219 per cento medio del secondo trimestre dello stesso esercizio, permettendo al valore di potersi portare in tal modo nella parte alta della forchetta di stima indicata dal management (che aveva ipotizzando un indicatore compreso tra 180 per cento e 220 per cento).

Tornando agli altri dati, rileviamo come rispetto all’attività caratteristica Allianz abbia comunicato di aver archiviato il secondo trimestre con profitti operativi in crescita del 23 per cento anno su anno a quota 2,9 miliardi di euro.

Ancora, viene evidenziato come nel periodo l’utile netto abbia registrato un forte balzo aumentando dell’83 per cento a quota 2 miliardi di euro grazie ai numeri record della nuova raccolta della controllata Pimco, che hanno potuto compensare gli effetti negativi del dollaro debole. Rispetto alla guidance per i prossimi trimestri, il gruppo assicurativo ha confermato per l’intero esercizio in corso le attese di un utile operativo di 10,8 miliardi di euro con un margine di 500 milioni di euro.

L’attesa è dunque per la formazione dei conti del terzo trimestre, che potrebbero fornire un’indicazione più attendibile circa la possibilità di conseguire o meno i target suddetti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.