Bambini di 2 o 3 anni – Tutti i giochi più consigliati

3 pexels-karolina-grabowska-6255731Scegliere giocattoli per bambini con età compresa dai 2 ai 3 anni non è affatto facile. In questa fascia di età infatti, i più piccoli cominciano a distinguere i colori, impugnare oggetti e riconoscere le forme. Ecco quindi che potrebbe essere molto indicato l’acquisto di puzzle, dei giochi noti per avere dei benefici sui bambini a livello di apprendimento.1.Puzzle

I puzzle per bambini di 2 anni rientrano tra gli articoli più acquistati nei negozi di giocattoli. Questi infatti vengono scelti come regali di compleanno, Natale, Pasqua e comprati in tutte quelle circostanze in cui si desidera scegliere un gioco non solo divertente da svolgere ma anche ludico. I puzzle hanno la capacità di stimolare memorizzazione e manualità oltre che rilassare il giocatore, in quanto viene svolto in silenzio o con un sottofondo di musica, senza fare movimenti bruschi e impegnativi e soprattutto senza necessitare obbligatoriamente della partecipazione attiva di altre persone. Ovvio è che i puzzle per bambini molto piccoli, devono essere affiancati dalla presenza di un genitore che gestisce i pezzi e porta il piccolo giocatore a ragionare. Tra i modelli più apprezzati vi sono non solo le versioni classiche, su cartone rigido e da sviluppare su superfici piane, ma anche i modelli 3D o a forma di tappeto, sui quali i bambini possono giocare, correre e saltare. Ecco quindi che i puzzle possono diventare anche oggetto d’arredo per le camerine e per le aree gioco della casa.

2. Costruzioni

Anche le costruzioni, come i tasselli dei puzzle, devono essere assemblati per dare vita a forme di vario tipo. Con questi oggetti i bambini imparano a costruire case, città, boschi e qualsiasi altra ambientazione immaginaria dettata dalla fantasia. Le costruzioni sono anche un gioco formativo, poiché insegnano dei primi concetti di geometria, architettura e ingegneria.

3. Tempere ad acqua atossiche

 Colorare su lenzuoli, bristol di grandi dimensioni e tappeti magici è il sogno di tutti i bambini. In questo caso le tempere ad acqua, atossiche e facilmente lavabili in lavatrice, sono l’alleato perfetto. Esse infatti non macchiano permanentemente i vestiti e non creano danni al bambino se messe accidentalmente in bocca.

4.Pongo e plastilina

Il pongo è una pasta morbida e colorata, usata per costruire oggetti e invogliare i bambini ad utilizzare le mani come mezzo di gioco. Modellare il pongo è l’attività più consigliata per simulare la preparazione dei piatti in cucina e quindi per avvicinare i più piccoli al mondo dei grandi. Anche in questo caso è fondamentale la scelta di materiali atossici e delicati una volta in contatto con la pelle.

Come scegliere un gioco per bambini piccoli?

Quando si vuole acquistare un giocattolo per un bambino molto piccolo è essenziale tenere presente il suo stadio di sviluppo, prestando attenzione alle età indicate sulle confezioni. Chi fabbrica giochi infatti analizza le difficoltà moto-cognitive e associa ad ogni fase di crescita delle competenze specifiche. Ogni bambino inoltre è unico e sviluppa interessi diversi durante l’infanzia, ecco perché è anche importante osservare e ascoltare le preferenze dei più piccoli, così da scegliere i giochi in base ai loro gusti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.