I cani dentro casa: come gestire al meglio la convivenza

caneAvere un cane, o un altro animale domestico, è uno dei piaceri della vita. Per poter rendere questo tipo di rapporto soprattutto piacevole e creare il minor numero possibile di fastidi è però importante saper gestire la situazione, sin dall’inizio.

Scegliere il cane giusto

Non sempre avere un cane in casa è una questione che parte dalla scelta della razza; sempre più persone infatti si rivolgono al canile della città in cui vivono, per ospitare un animale sfortunato, che si trova senza proprietari e recluso in un recinto. Sia nel caso in cui si decida di scegliere un cane di una razza specifica, sia nel caso in cui ci si rechi al canile, la scelta dell’individuo da portare a casa con noi non è un capriccio, dettato dalle mode del momento o dall’aspetto estetico del cane. I cani sono infatti animali più o meno esigenti, anche a seconda della razza da cui derivano e dalle loro dimensioni. Chi desidera avere un cane in casa dovrebbe partire dalla considerazione di quali siano le sue abitudini personali. Un cane molto attivo che ama correre e vivere tutto il giorno in casa è più adatto per una persona giovane che per una anziana, a patto che il futuro proprietario non trascorra le sue giornate al lavoro durante tutta la settimana. I cani piccoli spesso non sono indicati per chi ha molti figli; i cani da pastore, o con avi di razze da pastore, sono perfetti per chi ama fare scampagnate all’aperto e per chi ha dei figli, e così via.

Allestire la casa

Buona parte dei cani che vivono nelle nostre città non sono abituati, e neppure adatti, alla vita all’aria aperta. Per questo motivo durante la bella stagione possono anche dormire nella loro cuccia, ma per il resto dell’anno saranno in casa, anche durante la notte. Se si desidera avere una casa sempre in ordine e perfetta è opportuno allestire una zona adibita ai cani, ad esempio una lavanderia, o posizionando un recinto per cani. Lo stesso dicasi nel caso in cui il nostro cane femmina sia incinta e debba partorire. In questo modo il cane potrà godere appieno dello spazio che gli abbiamo concesso, senza sentirsi rimproverare ogni volta che rompe un oggetto o rovescia un vaso. Se non possiamo individuare una zona da adibire totalmente al cane, allora sarà opportuno rendere la casa a prova di animale a 4 zampe.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.