Cani, utili nelle famiglie con bimbi autistici

caneSebbene gli eventi attuali abbiano certamente aumentato lo stress per tutte le famiglie, i genitori di bambini con autismo riferiscono livelli di stress più elevati in media rispetto ai genitori di bambini in fase di sviluppo. Sentendosi sopraffatti e sovraccaricati da varie responsabilità, alcuni genitori si rivolgono agli animali domestici come fonte di conforto e sostegno.

Ora, una ricerca dell’Università del Missouri ha scoperto che gli animali domestici effettivamente riescono a creare forti legami e riducono lo stress sia per i bambini con autismo che per i loro genitori.

Gretchen Carlisle, ricercatrice del Research Center for Human-Animal Interaction del MU College of Veterinary Medicine, ha condotto un’indagine su più di 700 famiglie dell’Interactive Autism Network sui benefici e gli oneri derivanti dall’avere un cane o un gatto in famiglia. Ha scoperto che, nonostante la responsabilità della cura degli animali domestici, sia i bambini affetti da autismo che i loro genitori hanno riferito di forti legami con i loro animali domestici. La proprietà di un animale domestico non era legata allo stress dei genitori, e i genitori con più animali domestici hanno riportato più benefici.

“Dato che le caratteristiche del disturbo dello spettro autistico sono così ampie, può essere difficile identificare gli interventi che sono ampiamente benefici”, ha detto Carlisle. “Alcune delle sfide principali che i bambini con autismo devono affrontare sono l’ansia e la difficoltà di comunicare. Poiché gli animali domestici possono aiutare ad aumentare l’interazione sociale e a diminuire l’ansia, abbiamo scoperto che non solo sono utili nel fornire conforto e sostegno ai bambini con autismo, ma anche ai loro genitori”.

Per i genitori che stanno pensando di aggiungere un animale domestico alla loro famiglia, Carlisle raccomanda di includere il bambino nella decisione e di assicurarsi che il livello di attività dell’animale sia adeguato a quello del bambino.

“Alcuni bambini con autismo hanno sensibilità specifiche, quindi un cane grande e rumoroso che è molto attivo potrebbe causare un sovraccarico sensoriale per un bambino particolare, mentre un gatto tranquillo può essere una misura migliore”, ha detto Carlisle. “Il mio obiettivo è quello di fornire ai genitori informazioni basate sull’evidenza, in modo che possano fare scelte informate per le loro famiglie”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.