Come adattare la dieta ai propri obiettivi

Adattare una dieta ai propri obiettivi è un importante compito che il vostro dietologo saprà certamente effettuare, e al quale vi rimandiamo per poterne sapere di più. Tuttavia, già in queste poche righe è importante capire che è fondamentale valutare le esigenze caloriche in base a fattori come i propri livelli di attività e gli obiettivi di peso.

Molto semplicemente, se volete perdere peso, dovete mangiare meno di quello che bruciate. Se volete aumentare di peso, dovreste consumare più calorie di quante ne consumate.

Se tuttavia non vi piace il conteggio delle calorie, o lo ritenete troppo scomodo da effettuare, potete semplicemente applicare le regole più tradizionali, come ad esempio il controllo delle dimensioni delle porzioni e concentrando i propri sforzi sugli alimenti interi. Se avete una certa carenza o siete a rischio di svilupparne una, potreste inoltre voler personalizzare la propria dieta per tener conto di questa condizione. Ad esempio, i vegetariani o le persone che eliminano determinati gruppi di alimenti corrono un rischio maggiore di perdere alcuni nutrienti: parlatene ovviamente con il vostro medico dietologo di riferimento.

In generale, dovreste consumare cibi di vario tipo e di vari colori per assicurarvi di avere in abbondanza tutti i macronutrienti e micronutrienti. Mentre molti dibattono se le diete a basso contenuto di carboidrati o a basso contenuto di grassi sono le migliori, la verità è che… dipende dall’individuo.

Sulla base delle più moderne ricerche, gli atleti e coloro che cercano di perdere peso dovrebbero prendere in considerazione l’aumento del loro apporto proteico. Inoltre, una dieta a basso contenuto di carboidrati può fare miracoli per alcune persone che cercano di perdere peso o trattare il diabete di tipo 2. E voi da che parte siete?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.