Come evitare le punture di zanzare

Evitare di essere punti delle zanzare è una ricerca molto frequente da parte di tutti coloro i quali vogliono evitarne tutte le conseguenze più fastidiose, come fastidi, pruriti e – a volte – malattie. Ma come si fa?

In primo luogo, evita l’acqua stagnante vicino a casa. Le zanzare possono riprodursi in soli 14 giorni in una minima quantità d’acqua in un vecchio vaso di fiori, in una grondaia o in altre sacche di acqua ancora. Utilizza poi degli schermi alle finestre o zanzariere per evitare che le zanzare entrino da una finestra. Oppure, se non si dispone di schermi, considerare la possibilità di mettere una zanzariera da appendere sopra il letto o sopra la culla, per poter arrivare al miglior riposo. Alcune zanzariere sono trattate con un particolare insetticida a rilascio graduale, che le rende ideali per un viaggio in campeggio.

Un altro suggerimento che ti dichiamo è quello di usare repellenti chimici, da utilizzarsi come indicato dal produttore. Naturalmente, stai attento alla comparsa di eventuali segnali di irritazione della pelle ed evita di spruzzare il prodotto intorno agli occhi o alla bocca. Di contro, tendi a concentrare il repellente su caviglie, piedi, gambe e polsi – le zanzare amano infatti la pelle sottile.

Ti rammentiamo altresì che, a quanto pare, i colori profondi – come il nero, blu profondo e rosso – spiccano in modo da attirare gli insetti. Tessuti più spessi e vestibilità più elastica offrono una protezione maggiore rispetto agli abiti sottili che si adattano perfettamente. Ancora, sebbene le zanzare possono mordere in qualsiasi momento della giornata, è saggio limitare l’esposizione durante le loro prime ore della loro alimentazione: se non puoi evitare di stare all’aperto in queste ore del giorno, assicurati almeno di prendere le giuste precauzioni.

Gli scienziati stanno ancora studiando il motivo per cui alcune persone ricevono più punture di zanzara di altre. Tuttavia, per arginare questo fenomeno e limitare i problemi che potresti avere durante una bella serata all’aria aperta, puoi usare anche qualche repellente naturale. per esempio, l’olio di limone di eucalipto proviene da un particolare albero di eucalipto (corymbia citriodora o eucalipto citriodora) dell’Australia. La versione sintetica, che è approvata dalle principali authority sanitarie di riferimento come repellente, è disponibile sotto forma di marchi molto noti, con buona efficacia. Studi recenti dimostrano ionfatti che offre una protezione simile ai prodotti contenenti basse concentrazioni di sostanze chimiche.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.