Come prevenire la fastidiosa presenza dei roditori in casa?

topoRisolvere il problema dei topi

I topi in casa o in altri ambienti domestici e non, sono di certo tra gli ospiti più indesiderati. La loro presenza è sempre sinonimo di disagio e “paura”, e può comportare altre conseguenze, specialmente dal punto di vista igienico.

Se avete dubbi circa una possibile presenza di topi in casa o, ancora peggio, all’interno dei locali di un luogo di lavoro, sarà importantissimo organizzarsi per debellare la minaccia, attrezzandosi per catturarli e sbarazzarsene. Successivamente, sarà necessario igienizzare ogni ambiente compromesso.


Vediamo ora perché e quali sono i
rischi legati alla presenza di topi in casa. I motivi principali sono due: il primo è che i topi divorano tutto, compreso il cibo, che viene quindi contaminato dalle loro deiezioni. Lo stesso vale per le superfici dei mobili, che questi acerrimi nemici rosicchiano senza sosta, fino a compromettere, talvolta, persino i cavi degli impianti elettrici.

Il secondo motivo è legato a ragioni di salute. I topi sono portatori di molteplici malattie che possono anche divenire gravi e pericolose.

Tre le principali malattie che possono essere trasmesse da ratti e topi all’uomo, ritroviamo febbre da morso, leptospirosi, salmonellosi, infezioni da rickettsia, peste e rabbia. Ne consegue dunque che non è consigliabile prendere sotto gamba la questione se pensate di avere dei topi in casa.
Qualora la vicenda dovesse farsi più seria del previsto, c’è sempre la possibilità di ricorrere ad un servizio di derattizzazione, che provvederà immediatamente a risolvere il problema. Se invece siete certi che la presenza sia causale e limitata ad un solo caso o poco più, un’ulteriore soluzione consiste nell’uso di apposite
trappole per topi e ratti.


Premesso tutto ciò, diventa fondamentale prevenire la presenza di topi in casa. Come fare?

Affrontare la presenza di topi in casa


Cerchiamo di scovare le loro tane, tenendo a mente che essendo dei roditori,
i topi sono in grado di ingurgitare diverse tipologie di materiali, e non solo: sono capaci di scavarsi una tana anche dentro le pareti di casa, nascondendosi abilmente. In questo secondo caso, è bene tenere sott’occhio ogni angolo, controllando se sono presenti fori nei contenitori dei cibi, nei battiscopa, sul fondo dei mobili della cucina ecc. I topi sono soliti creare delle tane nei pressi delle dispense e delle provviste di cibo.

Un’altra pista che possiamo seguire è quella degli escrementi. Le feci di un topo sono riconoscibili perché si presentano come delle piccole sfere. Non vanno assolutamente toccate, perché quasi sempre sono infette e possono portare anche gravi malattie. Gli escrementi del topo andranno cercati sia negli angoli dei pavimenti, che nelle scorte di cibo.

Possiamo anche accorgerci della presenza dei topi dallo squittio che emettono e dal rumore inconfondibile delle zampe, udibile mentre si aggirano in casa, correndo all’impazzata da un ambiente all’altro.
Smascherare la presenza di un topo in casa non è un gesto complicato: chiunque, con un po’ di dedizione, può scoprire se in effetti uno o più roditori abbiano invaso il proprio territorio, risolvendo il problema con la “scopa”, per chi desidera sporcarsi le mani, o acquistando delle trappole per topi efficaci.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.