Come risparmiare la batteria dello smartphone?

batteria smartphoneUn problema sempre più comune relativo agli smartphone attuali è quello della batteria, che tende a consumarsi troppo rapidamente, esaurendosi dopo poche ore. Non c’è da stupirsi, da un lato, specialmente considerato l’uso (soggettivo) che se ne fa, o le stesse funzioni: molte applicazioni sono in continuo aggiornamento e i social network ne sono un valido esempio.
Gli smartphone
moderni, dotati di una tecnologia molto più sofisticata e potente, sempre connessi ad Internet, consumano molta batteria: c’è poco da fare.

Ci sono dei modi, tuttavia, per aumentare l’autonomia della batteria degli smartphone Android: tali mezzi prevedono di disattivare alcune funzioni quando non servono attive. Scopriamo insieme quali.

Iniziamo dal GPS, che non ha senso lasciare attivo se non si devono utilizzare le applicazioni che ne fanno uso, come ad esempio Google Map, il navigatore satellitare. Già solo questo consuma molta energia.

Anche il Bluetooth può essere “off” se non serve! Molti lo tengono attivo anche senza utilizzarlo e questo non ha molto senso perché causa soltanto un dispendio elevato di batteria.

Disattivate anche il Wi-Fi se non usate una rete wireless per connettervi e navigare. E dovreste anche evitare gli sfondi animati per il vostro display se desiderate risparmiare ulteriore batteria: i live wallpaper sono belli ma consumano molta energia.
Attenzione anche alle applicazioni aperte, che spesso non servono a niente! Se le state utilizzando è un conto, ma se non ve ne state servendo, chiudetele e potrete godere di maggiori risorse.
E’ necessario annoverare anche i
videogames, dei veri e propri ladri di batteria. Se siete fuori casa e non avete modo di ricaricare la batteria del vostro smartphone, evitate di utilizzare i giochi.

Un’accortezza che può essere specificata tramite le impostazioni del vostro smartphone è quella di ridurre il tempo di attivazione dello standby, ovvero il tempo di inattività per mettere in standby lo smartphone.
Sono disponibili diversi intervalli di tempo, da 15 secondi a 30 minuti, in base al dispositivo.
Trovate questa funzione in “Display” – “Timeout Schermo” negli smartphone android e da qui potrete scegliere il valore minimo (15 secondi) per evitare il consumo di batteria.


Sempre interagendo con le impostazioni del cellulare, possiamo
ridurre la luminosità del dispositivo. Quasi sempre per default è impostato il valore massimo di luminosità del display, ma questo valore incide drasticamente sull’autonomia della batteria, quindi si consiglia di ridurlo se non necessitate di utilizzare lo smartphone. Qualora doveste rispondere a dei messaggi o leggere dei contenuti, un livello troppo basso potrebbe infastidire la vista, ma se la batteria si sta esaurendo, meglio utilizzare il dispositivo lo stretto indispensabile, diminuendo la luminosità.
Per ridurre tale valore, basterà accedere alle impostazioni del “Display’” dove sarà presente l’apposita voce “Luminosità”.


Disattivate la
sincronizzazione automatica dei dati eseguita dalle applicazioni, perché anche questa funzione può avere un impatto significativo sulla durata della batteria. Ancora una volta selezionate le “Impostazioni”, poi ‘Account’ e “Sincronizzazione automatica”, dove possiamo togliere la spunta.


Usate la rete 2G, se risiedete in un’area scarsamente coperta dal segnale 3G: è possibile disabilitare la connettività 3G tramite il menu di “Impostazioni”. Il parametro è presente in “Wireless e reti”, “Reti mobili” e “Usa solo reti 2G’” Se avete uno smartphone android dual sim 4g, nato per ottimizzare i tempi di navigazione e di download grazie alla tecnologia LTE rendendoli sempre più performanti, allora potreste gestire distintamente la scelta della rete, ma sarebbe un peccato non sfruttare appieno le caratteristiche dinamiche di questi modelli di nuova generazione a causa delle prestazioni deludenti di una batteria sotto sforzo!
Tanto vale acquistare la classica
power bank: usufruendo di una batteria portatile non dovrete più crearvi alcun problema. Poi dipende da quale comprate, è chiaro!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.