Come uscire dalla dipendenza della cocaina?

cocainaVi sono due tipologie di consumatori di cocaina, coloro i quali sanno di avere una dipendenza ma che non riescono ad uscirne pur volendo, e coloro i quali negano a se stessi e agli altri di avere una dipendenza. In entrambi i casi è opportuno prendere atto che vi sono degli effetti collaterali causati dall’uso della cocaina che non aspettano le nostre decisioni e azioni.

Per entrambe le tipologie di consumatori, l’informazione è il primo passo verso una maggiore consapevolezza dei danni che la cocaina può provocare a lungo andare, come anche dei trattamenti e dei rimedi efficaci esistenti, volti alla risoluzione del problema della dipendenza. In questo sito web cocainadipendenza.com è possibile conoscere tutti gli aspetti legati a questa tossicodipendenza.

Per iniziare a farsi un’idea sugli effetti della cocaina, analizziamo insieme quelli a lungo termine. Gli effetti derivanti dall’uso di cocaina protratto nel tempo sono tanti, perché con il progredire dell’abuso aumenta anche la tolleranza.
La cocaina è una droga che causa assuefazione, pertanto si possono manifestare problemi di salute e complicazioni mediche anche molto importanti.

Le complicazioni che possono insorgere sono:

  • Dipendenza
  • Irritabilità
  • Irrequietezza
  • Paranoia
  • Allucinazioni uditive
  • Malattie cardio-vascolari
  • Infarto
  • Difficoltà respiratorie
  • Spasmi muscolari e tremori
  • Complicazioni gastrointestinali
  • Convulsioni
  • Nausea
  • Dolori al torace
  • Febbre

E’ risaputo che la cocaina sia una droga capace di provocare una forte dipendenza, al punto che un individuo può non riuscire a controllarne il desiderio compulsivo e – di conseguenza – l’uso.

Ciò che accade in molti consumatori è l’aumento della tolleranza, come accenanto, che può svilupparsi nel tempo a causa dell’assunzione regolare di questa droga. Molti cocainomani sperimetano una progressiva riduzione di piacere man mano che aumenta l’uso di cocaina, e questo comporta che alcuni soggetti aumentano le dosi per intensificare e prolungare gli effetti euforici.

Oltre alla tolleranza alla cocaina, cosa ancora più grave, è la sensibilizzazione alle sostanze anestetiche con cui essa viene tagliata. L’aumento di soglia di questa sensibilità può essere alla base di alcuni decessi che avvengono anche dopo dosi basse di cocaina.

 

In relazione al ripetuto consumo ed alle dosi elevate di cocaina in un breve periodo è comparso il termine “binge”. Questa modalità di assunzione compulsiva può portare a manifestare una marcata irritabilità, come anche irrequietezza e stadi paranoici oltre a provocare vere e proprie sindromi psicotiche con una perdita del senso della realtà.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.