E-commerce, lo sviluppo porta a vendite di beni importanti

ecommerceAcquistare arredamenti per la casa è diventato possibile su internet grazie a una serie di innovazioni e miglioramenti nell’e-commerce, che hanno consentito di abbattere la barriera della sfiducia promuovendo una migliore comprensione tra venditore e acquirente, resa complicata dalla distanza. Nonostante in Italia l’e-commerce, come volume d’affari globale, non sia così sviluppato come in altri paesi, esso rappresenta comunque una affidabile fonte di introiti per tutte quelle aziende di arredamento che negli ultimi tempi stanno soffrendo la contrazione dovuta alla crisi economica, che colpisce il mercato immobiliare in modo considerevole. I motivi del successo su scala globale dipendono da molti fattori, ma i motivi per cui si acquistano online merci più pregiate come dimostra il caso di livitalia.it (dedicato agli arredamenti), che sfuggono alla verifica de visu, sono abbastanza chiari.

Innanzitutto è migliorata la qualità delle connessioni online. Questo miglioramento ha portato a una connettività reale, ventiquattro ore su ventiquattro, che si può facilmente mantenere anche al di fuori dell’orario di lavoro o da casa propria, grazie alla rete 3G prima e 4G dopo. Anche l’allargamento della banda nella rete professionale o domestica ha dato maggior spinta ai collegamenti, rendendo l’esperienza sul web meno snervante e più ludica e informativa;

In secondo luogo è migliorata la tecnologia di supporto all’utilizzo del web. Sono stati creati prodotti in grado di collegarsi ovunque, sfruttando appunto l’allargamento di banda e delle frequenze. Grosso merito va dato a chi ha distribuito gli smartphone e i tablet, che hanno dato la possibilità di collegarsi sul web anche lontano dai normali dispositivi, in modo creativo e completo e non come prima, quando si accedeva sfruttando una rete dati lenta e buona, a mala pena, a leggere le email;

I dispositivi nel tempo hanno allargato il campo delle operazioni fattibili grazie allo sviluppo di applicazioni sempre più intelligenti, in grado di salvare il lavoro e la navigazione, condividendo le pagine lette al telefonino con quelle lette al computer, cioè impostando dei sistemi preferenziali di navigazione, che fanno bene agli acquisti. Così abbiamo browser in grado di conservare la navigazione da un sito all’altro, che consentono quindi di salvare la navigazione, condividere preferiti ed elenchi di lettura per quando siamo offline. Se stiamo acquistando un salotto e ci piace un particolare sito visitato durante un aperitivo al bar o in treno, col nostro smartphone, sarà facile ritrovarlo arrivati a casa, per concludere le operazioni di acquisto. Le applicazioni di e-commerce sono molto migliorate. Maggiore trasparenza in tutte le operazioni, regole per la vendita a distanza con clausole a favore del consumatore, ampia pubblicità delle condizioni di trasporto, ridotti tempi di spedizione hanno fornito agli e-commerce l’infrastruttura necessaria per operare con margine di profitto.

Sono migliorati i prodotti del web: molta più gente naviga on line e trascorre del tempo cercando informazioni, grazie ai siti social network, le reti sociali in grado di creare rapporti, allargare i confini. Queste interazioni sono diventate evidenti anche nei siti, che hanno introdotto sistemi di recensione e suggerimento per sfruttare al meglio il fenomeno del passaparola. Così per un acquirente di un comodo materasso è diventato più semplice far sapere quanto gli piace, semplicemente condividendo il proprio acquisto su Facebook o Pinterest, dando quindi modo alla sua cerchia di apprezzare l’acquisto.

In definitiva è sembrato che l’intera rete si sia conformata alla socializzazione, e l’e-commerce è diventata un’esperienza sociale, grazie a politiche di engagement molto mirate, che sfruttano i molteplici canali e le tante periferiche. Se online ancora non si piò comprare casa, di certo la si può arredare in tutta sicurezza e con notevole gusto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.