Cosa mangia un calciatore?

pastaCorpi perfetti, scolpiti ad arte, gambe e addominali da fare invidia al ‘Donatello’…altro che statue! Stiamo parlando di uomini in carne ed ossa che hanno muscoli anche nel cuoio capelluto!

Tifiamo per loro che rappresentano le nostre squadre del cuore, andiamo allo stadio per guardarne le performance e appoggiarne le azioni, li seguiamo in tv con fervore insieme ai nostri amici. Occupano spesso le prime pagine dei giornali sportivi per chi vuole leggere quotidianamente tutte le news sul calcio italiano, ma anche quelle dei magazine dedicati alla moda e allo spettacolo.

Chi non si è lasciato incantare dal gioco e dalla prestanza fisica di Ronaldo, Higuain, Beckham, Cannavaro, e ancora Pato, Borriello, Marchisio… i nostri eroi di ieri e di oggi!

Quante volte ci siamo incantanti a guardarli mentre “volavano” in campo tra un’azione e l’altra!

E poi al mare in estate sulle riviste compaiono questi fisici di bellezza greca, perfetti dalla testa ai piedi. Una domanda che ci si pone quando si pensa a questi adoni dello sport, ma come si fa ad essere in forma in quel modo a 20 o a 30 anni? Sono tanti i sacrifici che occorre fare, niente alcol, niente cene fuori a base di piatti elaborati? Che vita conducono i calciatori, ma in genere gli sportivi? E’ tutto una rinuncia?!

Sicuramente l’impegno è una leva importante per mantenere un fisico del genere! Un impegno che parte dalla tavola e da una sana nutrizione.

La dieta dei calciatori può essere basata su diverse combinazioni alimentari, non ce ne è una sola valida per tutti, molto dipende dalle preferenze e dai gusti personali, ma sicuramente un presupposto importante, anzi fondamentale, è che l’alimentazione del calciatore non può fare a meno di comprendere quattro alimenti basilari necessari alle sue prestazioni in campo:

  • Proteine
  • Carboidrati
  • Grassi (vegetali)
  • Vitamine e minerali


Vediamo un prospetto di dieta per i calciatori:


La colazione del calciatore

La colazione anche per gli sportivi, in particolare per i calciatori, deve essere il pasto più ricco. Sono ideali: frutta fresca o secca, fette biscottate, cereali o frullati di frutta e verdura.

Sono da evitare il latte e il caffè, perché appesantiscono la digestione.


Il pranzo del calciatore

Il pasto può essere completo quindi prevedere un primo, un secondo, il contorno e della frutta.

Come primo piatto è possibile scegliere tra pasta o riso (meglio se alternati) e scarsamente conditi; per secondo i legumi sono ottimi piatti. E’ necessario mangiare tante verdure: insalata, carote, ma sempre condite con poco sale e olio.


La cena del calciatore


A cena il pasto si fa più proteico. Le proteine sono necessarie a recuperare energia e a consentire la ricostruzione muscolare. A cena andrebbero evitati carboidrati e al loro posto si dovrebbe mangiare pesce, ricco di omega3, uova o carne bianca.


La frutta va mangiata lontana dai pasti, altrimenti ostacola un’assimilazione corretta dei cibi nella parte bassa dello stomaco.

Di per sé non esistono alimenti cattivi, l’importante è sicuramente variare e non eccedere con un cibo.

E’ importante non eccedere con i condimenti (sale, zucchero bianco) né con gli alcolici che contengono zucchero e sono molto calorici.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.