Curiosità sulla moda: ecco i lati nascosti delle icone fashion

d&gDi loro conosciamo ogni minima collezione. Sappiamo i loro colori preferiti, la loro autobiografia, e conosciamo persino quanti cani hanno e i loro nomi. Stiamo parlando degli stilisti: icone di moda ammirati da tanti, e seguiti da milioni di fedeli in tutto il mondo.

I nomi a cui ispirarsi sono davvero numerosi: Dolce e Gabbana, Karl Lagerfeld, Valentino, Armani, e potremmo andare avanti all’infinito. Ma oltre alle piccole curiosità, conoscete anche i loro scheletri nell’armadio? Eccone alcuni.

Il vero nome dello stilista Valentino, noto a tutto come il The Emperor della moda è Valentino Clemente Ludovico Garavani. Lo avreste mai immaginato? E il suo “acerrimo rivale” Giorgio Armani, prima di dedicarsi anima e corpo alle divise e all’alta moda, è riuscito a laurearsi in medicina e a completare anche il servizio militare.

E che dire della regina della moda: stiamo parlando di Anna Wintour. Insomma, l’icona che ha ispirato “Il diavolo veste Prada” ha un piccolo scheletro nel suo armadio: dopo avere lasciato (per così dire) il suo primo incarico ad Harper’s Bazaar US a causa del suo editore (che l’aveva dipinta come una donna dallo stile “troppo europeo”) la Wintour è stata per poco tempo editor del magazine erotico Viva (del gruppo Penthouse publishing).

Infine, non possiamo menzionare Dolce e Gabbana e Marc Jacobs. Quest’ultimo ha ben 28 tatuaggi sparsi su tutto il corpo: uno è addirittura dedicato al suo cartone preferito, ovvero spongebob.

Il duo professionale D&G, invece, ha iniziato a collaborare all’inizio del 1984, ma il loro primo incontro avvenne per telefono…il resto, ormai, è storia ben nota a tutti. Della moda, si intende!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.