Dieta: diminuire i carboidrati o i grassi?

dieta saluteIl segreto per stare a dieta consiste nel limitare gli alimenti che causano il maggiore apporto calorico nei pasti quotidiani. Per questo motivo oggi si assiste a diverse fonti che consigliano di eliminare dalla propria dieta i carboidrati o i grassi. In entrambi i casi si ottiene un buon dimagrimento, visto che eliminare totalmente questo tipo di alimenti ci porta per forza ad ottenete un ridotto apporto calorico con tutti i pasti quotidiani. Ma come si ottiene il dimagrimento migliore?

La dieta povera di carboidrati

Si sente molto parlare oggi di dieta senza carboidrati; conviene però ricordare che eliminare totalmente i carboidrati dalla dieta non è poi così semplice, perché si devono cancellare dai pasti pasta, pane, zuccheri di ogni tipo, dolci, frutta, patate, alcolici, bibite zuccherate, succhi di frutta e così via. Per ottenere un corretto apporto calorico si dovranno introdurre quindi ampie quantità di proteine, quindi carne e pesce. Questo tipo di dieta è però talmente sbilanciata e l’uso di grandi quantità di proteine nella dieta, per lunghi periodi di tempo, può portare a situazioni patologiche anche serie.

La dieta povera di grassi

I grassi sono presenti in tantissimi cibi che consumiamo ogni giorno, soprattutto in quelli confezionati e preparati a livello industriale. Eliminando i grassi dalla dieta si tolgono grandi quantità di calorie da ogni pasto, spesso fino a dimezzarle per ogni porzione consumata. Certo, il sapore dei cibi ne risente molto, ma non solo quello. Ci sono infatti alcuni nutrienti liposolubili, che si sciolgono solo a contatto con dei grassi. La dieta priva di grassi risulta quindi totalmente priva di questi nutrienti, a discapito della nostra salute.

La dieta equilibrata

Per dimagrire non è necessario eliminare totalmente una classe di alimenti dalla nostra dieta quotidiana, basta limitarne il consumo. Conviene anche mantenere le percentuali vicine a quelle suggerite dall’OMS: circa il 50% della calorie assunte ogni giorno dovrebbe derivare dai carboidrati. Una dieta equilibrata comprende anche una corretta dose di grassi, senza però eccedere ed evitando cibi particolarmente ricchi di olio o burro. Oltre a questo un elevato consumo di fibre, tratte dai cereali integrali ma anche da frutta e verdura, consente di assorbire in modo lento le calorie del cibo, limitando in modo naturale la quantità di calorie ingerite. Le diete assolutistiche, che cancellano uno o più alimenti dalla nostra dieta, sono spesso sbilanciate sotto diversi punti di vista e, a lungo andare, portano a sviluppare particolari patologie.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.