Facebook sotto attacco, ritorna il virus degli occhiali

occhialiNon è certo una buona notizia quella pubblicata poche ore fa da alcuni siti americani. Il colosso dei social network, Facebook sarebbe nuovamente vittima di un pericoloso virus capace di mettere a repentaglio ls privacy e la sicurezza dei propri utenti.
Si tratta di una minaccia apparsa già due anni fa, nel 2012, quando ad alcuni utenti di Facebook furono rubati dati personali, contatti e anche informazioni delicate su conti bancari, carte di credito e account di PayPal.
Conosciuto come il ‘virus degli occhiali’, si presenta come una normale pubblicazione di un amico, condivisa sul nostro muro per segnalarci la vendita a prezzi vantaggiosi di una nota marca di occhiali da sole. È una delle marche maggiormente usate e che negli anni ‘80 esplose grazie al film di Tom Cruise, Top Gun.
Il testo della falsa pubblicità è molto accattivante: “Ray-Ban Occhiali da sole outlet online. Prezzo di 17.99 € solo giorno. Moda e affidabile e di buona qualità” e anche da un punto visivo il banner che appare su Facebook è davvero ben fatto.
Il virus agisce in modalità silenziosa e prima che possiamo rendercene conto potrebbe essere troppo tardi. Ma come proteggersi allora?
Per prima cosa ovviamente, scegliere e installare uno tra i migliori antivirus oggi disponibili, sia uno gratuito o a pagamento: grazie alla nuova tecnologia di protezione Internet in tempo reale, gli antivirus più solidi permettono di bloccare il furto di informazioni anche online.
In secondo luogo, controllare estesioni e plugin del nostro navigatore web: spesso si autoinstallano programmi spia e adware su Chrome o Firefox che occorre eliminare manualmente.
Infine, sembrerá banale e scontato, cambiare la nostra password di Facebook (almeno due volte all’anno) e cercare di non condividere proprio tutto su questa rete sociale, rimuovendo informazioni personali sensibili.
L’elemento principale per non venire infettati dipende sempre dal nostro comportamento: evitare di credere a offerte incredibili perchè nel mondo di Internet tutto ciò che luccica nasconde una trappola da cui spesso è difficile scappare.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.