Idropulitrice: qual è la migliore

idropulitriceCome avviene spesso per le apparecchiature da utilizzare a livello hobbistico, non esiste la miglior idropulitrice in assoluto, in quanto molto dipende dalle necessità personali. Per trovare l’idropulitrice da acquistare è quindi importante considerare quali saranno gli scopi per cui la utilizzeremo. Alcuni modelli infatti sono molto più comodi quando se ne fa un uso intensivo, altri invece hanno un basso costo e sono molto compatti, cosa che li rende perfetti per l’utilizzo domestico periodico.

Il motore dell’idropulitrice

Le idropulitrici di tipo professionale sono in genere munite di un motore a scoppio, che aziona un pompa molto potente. Questo tipo di configurazione consente di far funzionare a lungo l’apparecchiatura, di poterla utilizzare ovunque, anche dove non ci sono fonti di approvvigionamento di energia elettrica e di non avere alcun tipo di cavo che ci impedisca i movimenti. Il motore a scoppio inoltre è decisamente molto potente, senza dover utilizzare ampie quantità di carburante. Purtroppo si tratta però anche di apparecchiature ingombranti e rumorose, che difficilmente si riusciranno ad utilizzare nel cortile di casa, almeno senza disturbare tutto il vicinato. I modelli per uso domestico sono invece, nella maggior parte dei casi, muniti di motore elettrico. La potenza è decisamente inferiore rispetto a quella dei modelli con motore a scoppio, ma in genere è più che sufficiente ad alimentare la pompa, per ottenere una buona pressione del getto d’acqua.

Diversi modelli di idropulitrice

In qualsiasi negozio di bricolage si trovano diversi modelli di idropulitrice, che si differenziano per alcune particolari peculiarità. La principale è la potenza del motore, che dipende dal motore stesso e dal tipo di alimentazione. Le idropulitrici si differenziano però anche per quantità d’acqua spostata nel corso del tempo, detta portata. Un modello con portata di circa 200-250l all’ora è più che sufficiente per l’utilizzo domestico medio, se si deve invece pulire un ampio parcheggio, o comunque per un uso più intensivo, è opportuno scegliere un modello con portata maggiore. Anche la pressione dell’acqua riveste un’elevata importanza quando si parla di idropulitrici. Infatti minore è la pressione dell’acqua e minore sarà anche l’efficacia dell’idropulitrice stessa. La pressione minima utile è in di 100-150 bar, maggiore è questo numero e migliore sarà l’effetto dell’apparecchiatura in senso generale. Per un utilizzo più versatile è anche importante scegliere un’idropulitrice munita di diversi accessori, o comunque che sia compatibile con essi. Sono infatti disponibili spazzole, ugelli di varie misure, lance allungabili e così via.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.