Inps, 6 milioni di pensionati con meno di 1.000 euro

hands-981400_960_720Secondo quanto rivela l‘Inps nel suo ultimo report annuale, in Italia sarebbero quasi sei milioni i pensionati che percepiscono un assegno di importo inferiore ai 1.000 euro, per una quota sul totale che si avvicina pericolosamente al 40 per cento. Secondo l’Inps, tale fascia assorbe solamente il 15,6 per cento della spesa complessiva, con un impiego che nel 2015 è stato di poco più di 43 miliardi di euro.

Per quanto concerne gli altri dati statistici in tale area, la ricerca sottolinea come si tratti prevalentemente di donne (quasi 4 milioni di unità) e come la percentuale di chi ha redditi bassi è inferiore al 2014 (quando era del 42,5 per cento) solamente perchè quest’anno sono state riviste le banche dati, e l’importo annuo totale è stato diviso per 12, invece che per 13 mensilità.

Complessivamente, sottolinea ancora l’Inps, i pensionati sono 15,6 milioni di unità, per 21 milioni di prestazioni e 275,2 miliardi di euro di importo annuo lordo di reddito pensionistico. Tornando ai nuovi criteri di applicazione, gli stessi hanno permesso di poter elevare il numero di “benestanti”, cioè coloro che possono contare su oltre 3.000 euro di reddito pensionistico ogni mese, pari a circa un milione di unità (il 6,5 per cento del totale), per circa tre quarti costituito da uomini. La fascia tra i 1.000 euro e i 1.500 euro assorbe 3,4 milioni di persone, per il 22 per cento del totale, mentre quella tra i 1.500 euro e i 2.000 euro ne assorbe il 18,1 per cento.

Infine, è stato ricordato come le prestazioni previdenziali siano 17,1 milioni, mentre quelle assistenziali siano 3,8 milioni di unità.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.