La qualità di una connessione a internet

velocità adslNon tutte le connessioni internet sono identiche tra loro; a parte la differenza abissale tra adsl e fibra ottica, i contratti proposti dai diversi gestori presenti in Italia propongono connessioni di diverse tipologie, che vanno dai classici 7 Mb di base, fino a internet a 100MB, che arrivano fino a 300 MB con la fibra ottica oggi disponibile nelle grandi città. MA come si fa a fare un test per analizzare la velocità adsl?

Una semplice operazione

Non è difficile utilizzare i test che misurano la velocità della connessione a internet, sono molto intuitivi e a prova di analfabeta di ritorno. Basta accedere al sito e cliccare sull’apposito tasto che inizia il test. Un pochino più complesso è interpretare i dati, in quanto una singola rilevazione particolarmente rallentata può essere semplicemente un caso, dovuto al momento della giornata o ad un elevato picco di accessi. Per questo motivo è sempre consigliabile effettuare più test, in diversi giorni della settimana e in diversi momenti della stessa giornata. In questo modo si può comprendere meglio se si ha una linea che accusa particolari rallentamenti in alcuni periodi della settimana o se invece il rallentamento è presente sempre e in modo costante.

Cosa si può chiedere al gestore

Quando un gestore telefonico ci propone un nuovo contratto per internet ci indica delle cifre che riguardano la velocità massima raggiungibile dalla connessione che ci stanno proponendo. Questo numero non è per nulla identico alla velocità minima garantita; per fare un esempio, preso dalle ultime norme dell’Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni, la connessione adsl a 20 mega ha l’obbligo di fornire al cliente almeno 7,2 MB di velocità. La differenza tra le due cifre sta nel fatto che in molte zone in Italia le linee telefoniche sono obsolete, o sovraccariche, e i gestori in alcuni casi non hanno intenzione di modificarle nel prossimo futuro. Se si vive in una di queste sfortunate zone si è destinati ad avere una connessione internet tramite la linea telefonica sempre di bassa qualità. Per evitare che ciò avvenga è possibile rivolgersi verso le compagnie telefoniche che propongono connessioni via satellite o via radio. Se la connessione a casa è sempre di scarsa qualità, con velocità costantemente inferiori alle minime garantite, allora è possibile recedere dal contratto, senza alcun onere, in quanto è il gestore che per primo non ha rispettato i termini.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.