Lavorazione dei metalli – Funzionamento e tipologia di materiali

1 cfp-srl-centro-foratura-profonda-metalli-misure-6Esistono tanti modi per lavorare i metalli: per fusione, deformazione o con asportazione di trucioli.

I metalli per essere lavorati vengono generalmente fusi, modellati dentro degli stampi e sottoposti a ulteriori lavorazioni solo una volta raffreddati.

Le migliori aziende specializzate nella lavorazione a freddo di metalli, sono dotate di macchinari utili a realizzare forature, barenature, lappature, levigature e molti altri servizi utili in tantissimi settori.

I campi che più necessitano di queste lavorazioni sono quello medico, aerodinamico, metalmeccanico e industriale, dove la precisione fa realmente la differenza.

Errori di pochi millimetri, in determinati contesti, possono causare la rovina di interi carichi di manufatti.

Di seguito verrà riportata una mappa sui metalli coinvolti e la differenza che c’è tra una lavorazione e l’altra.

Lavorazione dei metalli – Quali materiali possono essere lavorati

Le aziende che nel corso degli anni sono riuscite a perfezionarsi nella lavorazione dei metalli, ad oggi riescono a lavorare su: strutture in PVC, bronzo, aisi, alluminio, rame, inconel, hastelloy, titanio e duplex.

Questi materiali quindi possono essere:

  • Forati in maniera profonda, nel caso in cui la lunghezza del foro superi almeno 10 volte il diametro dell’utensile. Tale foratura può avvenire tramite una punta a cannone, rimuovendo i trucioli di materiale attraverso un’apposita scanalatura dell’utensile. Oppure tramite metodo BTA, che utilizza un unico tubo chiamato STS, lubrificato esattamente come la punta a cannone e utile per lavorare tantissimi materiali. La foratura con metodo BTA può essere svolta però solo su diametri elevati.
  • Lappati, specialmente se si tratta di metallo, ceramica o altro materiale vetroso. Con la lappatura si diminuisce la rugosità, rendendo addirittura specchiati i materiali più lucenti.
  • Levigati, ovvero “grattati” in maniera tale da essere modellati e lisciati. Solitamente vengono usate delle polveri abrasive, che levigano le superfici da modellare.
  • Torniti, cioè lavorati in modo da rimuovere trucioli di materiale, creare scanalature, rettificare una puleggia o rifare una bronzina.
  • Barenati, ovvero lavorati in maniera tale da rimuovere del materiale dentro a fori già esistenti, in modo da aumentare la finitura e la rugosità. La barenatura quindi avviene dopo la foratura.

Ovviamente tutte queste lavorazioni possono essere combinate tra di loro a seconda delle esigenze e sono in continua evoluzione a livello tecnico.

Le aziende più esperte rimangono aggiornate sulle innovazioni tecnologiche offerte man mano sul mercato, erogando servizi sempre al passo con i tempi.

Come scegliere l’azienda di lavorazione metalli

 

Come appena indicato, i metalli (e non solo) che possono essere oggetto di lavorazioni, sono veramente tanti, ma solo rivolgendosi ad un’azienda esperta e professionale è possibile ottenere risultati soddisfacenti.

Prima di tutto è bene accertarsi circa l’esperienza che l’azienda scelta ha sul campo.

Molte realtà sono improvvisate e non munite della giusta attrezzatura.

Anche dal punto di vista dell’assistenza è bene farsi erogare i servizi solo da chi dimostra di essere realmente affidabile e dedito alla soddisfazione del cliente.

Ecco quindi che il mondo della lavorazione dei metalli è veramente molto vasto, da scoprire solo attraverso il supporto di aziende serie e di alta qualità.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.