Il mal di gola: sintomi e cause

cavo oraleSi chiama comunemente mal di gola una patologia che, in modo più corretto, dovrebbe essere indicata con il termine faringite, ossia infiammazione della faringe. La faringe è la parte posteriore della gola, che ospita anche le tonsille. Questo tipo di malattia è una delle più diffuse nel periodo invernale e può essere causata da virus o da batteri.

La faringite batterica

La faringite causata da un batterio, in genere lo streptococco, è quella che mostra sintomi più gravi. Generalmente si viene colpiti dalla faringite batterica a causa del contatto con una persona infetta e i sintomi si manifestano nel corso di pochi giorni dall’infezione. I sintomi comprendo un dolore acuto, insieme con febbre alta e arrossamento della fringe. La cura in questi casi deve essere rapida, perché tale infezione può coinvolgere altre parti del corpo e portare anche alla febbre reumatica, una malattia che può arrivare a nuocere alle valvole cardiache, quindi particolarmente pericolosa.

La faringite virale

Nella maggior parte dei casi il mal di gola è causato dal virus dell’influenza, che tende a manifestarsi in modo massiccio durante il periodo invernale. In questo caso la faringite è associata anche a raffreddore, o anche tosse, dolori muscolari, febbre alta. Se i sintomi della faringite sono associati a stanchezza generale, leggera febbre, ingrossamento delle ghiandole linfatiche, allora molto probabilmente non si tratta di influenza, ma di mononucleosi. Anche in questo caso stiamo parlando di una malattia virale, causata dal virus di Epstein-Barr, noto sin dalla fine del 1800. La cura di virus che causano faringite all’interno del nostro corpo in genere non necessita l’utilizzo di farmaci, perché di solito basta un periodo di riposo e di tranquillità perché il nostro organismo riesca a debellare totalmente l’agente patogeno.

Curare i sintomi

Quando la faringite è causata da un virus le cure sono da applicare ai sintomi specifici. Contro la faringite, il mal di testa, i dolori alle ossa, si utilizzano prodotti antidolorifici o antiinfiammatori. Nei casi più gravi si può arrivare all’uso di corticosteroidi, non consigliati quando il mal di gola è facilmente sopportabile. Soggiornare in ambienti non eccessivamente secchi e con temperature gradevoli può migliorare rapidamente il fastidio alla gola, così come una regolare idratazione. Nel caso in cui la deglutizione risulti particolarmente dolorosa l’assunzione di prodotti antidolorifici, anche da usare localmente, può risultare particolarmente importante, soprattutto nei soggetti molto giovani, in modo da evitare la disidratazione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.