Nyse, presto comunicati solo a fine seduta?

Novità in vista per il Nyse, la storica piazza azionaria di New York, che in un prossimo futuro potrebbe modificare le proprie abitudini con cui gli investitori ricevono notizie dalle società quotate nei propri listini. Pare infatti che dalle parti di New York (ma non solo da loro) si siano resi conto che le notizie delle quotate siano in grado di creare più confusione che altro, mettendo a repentaglio la cruciale fase finale degli scambi.

Proprio per questo motivo il New York Stock Exchange vorrebbe imporre un piccolo ritardo nella pubblicazione dei comunicati che le aziende quotate diffondo subito dopo la fine della seduta, ossia dalle 22 italiane in poi. Un caso abbastanza emblematico è quello delle trimestrali, tra i dati più rilevanti e impattanti: ebbene, sulla base della proposta del Big Board, tutte i gruppi chiamati in causa potrebbero fare annunci dopo le 22.05 (le 16.05 a New York) o solo successivamente alla pubblicazione da parte del New York Stock Exchange dei loro prezzi finali della seduta.

Naturalmente, per poter toccare con mano una simile novità c’è ancora da attendere. Sebbene la Securities and Exchange Commission sia decisa a proseguire per questa strada (ne ha parlato le stessa sul proprio sito internet), c’è comunque da attendere il via libera dell’autorità di Borsa Usa.

Sul proprio sito, comunque, la Sec spiega in una nota che una simile misura “mitigherebbe il rischio di perturbazioni nei mercati e di confusione degli investitori associata alla volatilità su altri mercati dovuta all’arrivo di notizie importanti durante il breve periodo che va dalla chiusura ufficiale del NYSE” alla definizione dei prezzi finali di migliaia di titoli quotati.

Ma servirà davvero un simile provvedimento per rendere un po’ meno frenetiche alcune fasi cruciali di Borsa? Voi che cosa ne pensate in tal merito?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.