Prestiti: le cambiali come soluzioni alternative

contanteQuando si deve affrontare una spesa improvvisa ci si trova sempre in difficoltà. Spesso capita di non riuscire a farvi fronte con le proprie finanze e si è costretti ad andare in banca per richiedere un prestito personale. Ma cosa succede se non si hanno i requisiti necessari?

In questo caso la banca non farà altro che rifiutare la nostra pratica senza erogare il finanziamento che ci occorre, mettendoci nei guai. Oggi, però, esistono diverse soluzioni alternative che permettono di accedere al credito anche in assenza di tutte le garanzie reddituali che banche e finanziarie pretendono. Stiamo parlando di strumenti come i prestiti tra privati o i prestiti cambializzati.

Proprio questi ultimi, però, rappresentano la soluzione più interessante e meno conosciuta di tutto il panorama creditizio italiano. Oggi sono in poche le persone che conoscono questi prodotti bancari e ancora meno quelli che li utilizzano. Proprio pr questo abbiamo deciso di realizzare questa mini guida sull’argomento.

Prestiti cambializzati: come funzionano. Questi finanziamenti sono legati alle cambiali (ma era facile intuirlo dal nome). In sostanza quando la banca eroga il finanziamento il cliente deve sottoscrivere delle cambiali che, di fatto, andranno a sostituire le normali rate mensili che si avrebbero in un normale prestito personale. Quali sono i vantaggi di questo strumento e perchè la banca eroga prestiti cambializzati anche se non vi sono delle solide garanzie reddituali? In sostanza le cambiali sono uno strumento che ha valore esecutivo e permette all’istituto di credito di procedere per vie legali immediatamente al mancato pagamento della prima rata.

Proviamo a fare un esempio. Mettiamo di avere un box auto di nostra proprietà per un valore di 20 mila euro e di aver bisogno di un prestito personale di 5 mila pur non avendo un reddito sufficiente. La banca, erogando un prestito cambializzato, si assicura di poter procedere per via esecutiva in caso di mancato pagamento e di mettere il box all’asta per rientrare del capitale erogato. Il tutto con tempi molto rapidi e con costi minori rispetto a quanto accadrebbe con un normale finanziamento.

Prestiti cambializzati: convengono davvero? In linea di massima possiamo dire che i prestiti cambializzati sono sicuramente un’ottima soluzione per accedere al credito in maniera vantaggiosa pur non avendo tutti i normali requisiti di redditualità richiesti da banche e finanziarie. Ovviamente bisogna mettere in conto che, in caso di mancato pagamento delle cambiali, la banca ha la facoltà di procedere immediatamente per via esecutiva quindi è bene essere sicuri di poter far fronte agli impegni presi onde evitare problemi di pignoramento.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.