Prestiti per protestati con cessione del quinto

prestiti e denaroUna delle prerogative per ottenere un finanziamento senza alcun tipo di problema è quella di non essere segnalati come cattivi pagatori o, peggio ancora, essere protestati per il mancato pagamento di un debito. Purtroppo basta molto poco, al giorno d’oggi, per finire nella lista dei soggetti a rischio e vedersi rifiutato un prestito personale. Ci sono due cose fondamentali che una banca pretende per erogare un prestito, la “buona condotta” di un debitore e un reddito che faccia da garanzia.

Ma cosa succede quando si hanno dei problemi di questo tipo? E’ possibile ottenere un prestito per chi è protestato? Cerchiamo di fare un po di chiarezza su questo argomento dando una mano a quei lettori che, pur essendo protestati o segnalati in Crif hanno bisogno ugualmente di ottenere un prestito.

Prestiti per protestati: la cessione del quinto

Come abbiamo detto anche chi è protestato può ottenere un finanziamento grazie ad uno strumento chiamato cessione del quinto dello stipendio o della pensione. In sostanza con la cessione del quinto non è il richiedente a rimborsare il finanziamento ma il suo datore di lavoro che, tramite una trattenuta in busta paga, va a saldare, mensilmente, le rate del finanziamento.

La cessione del quinto, quindi, permette anche a chi è protestato di accedere al credito aggirando il problema perchè a pagare sarà il datore di lavoro con i soldi, ovviamente, del lavoratore. Ovviamente, secondo la legge in vigore, un datore di lavoro (così come l’ente previdenziale per i pensionati) non può rifiutarsi di pagare in quanto i soldi sono, effettivamente, del lavoratore stesso.

In questo modo anche chi è segnalato in crif o è stato protestato in passato può accedere al credito a condizioni vantaggiose e in tempi piuttosto rapidi, specialmente nel caso il dipendente sia del settore privato.

Prestiti per protestati senza cessione del quinto

Cosa fare, invece, qualora non si voglia ricorrere alla cessione del quinto dello stipendio o della pensione? Come ottenere dei finanziamenti per protestati a condizioni altrettanto interessanti. In ultima analisi si può ricorrere alla firma di un garante.

Bisognerà trovare, quindi, un parente o un amico con regolare busta paga che si faccia carico del nostro finanziamento qualora noi non fossimo in grado di pagarlo. Ovviamente è prerogativa fondamentale che il garante abbia un reddito sufficiente a garantire la rata e che non abbia già altri prestiti in corso. Tra i principali istituti di credito che erogano prestiti per protestati con o senza cessione del quinto dello stipendio o della pensione segnaliamo Findomestic, che in questo periodo ha introdotto un tasso agevolato del 7% circa, Agos Ducato, con prodotti esclusivi per questa categoria di clienti e BNP Paribas, sempre molto attiva nel settore dei prestiti.

Insomma ricordati che i prestiti per protestati possono essere ottenuti sia con la cessione del quinto che senza ma ricorda sempre che per far si che la banca approvi il finanziamento devi essere in grado di offrire le dovute garanzie.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.