Risultati 2016 in crescita per Terna

In un ricco periodo di consueti annunci relativamente ai dati conseguiti nell’esercizio conclusosi tre mesi fa, anche Terna ha avuto modo di inserirsi attraverso una nota nella quale informa i propri stakeholders dei principali risultati ottenuti nel corso del 2016.

Nel dettaglio, Terna, operatore italiano delle reti per il trasporto dell’energia, ha annunciato di aver mandato in archivio il precedente 2016 forte di un utile netto in aumento a 633,1 milioni di euro. Un risultato sicuramente positivo, che ha permesso al consiglio di amministrazione di annunciare la volontà di proporre all’assemblea degli azionisti la distribuzione di un dividendo pari a 20,6 centesimi di euro. Per quanto concerne i risultati ottenuti in termini di marginalità, si noti come l’EBITDA si è attestato a fine anno a quota 1,55 miliardi di euro, in crescita dello 0,4 per cento su base annua, e che i ricavi sono stati complessivamente a 2,1 miliardi di euro, in aumento di un punto percentuale rispetto a quanto Terna fosse stata in grado di determinare nell’anno precedente.

Per quanto concerne l’evoluzione sul fronte patrimoniale e finanziario, si noti come l’indebitamento finanziario netto sia stato pari a 7,95 miliardi di euro e, dunque, abbia subito un calo di 43,8 milioni di euro rispetto all’anno precedente. Per il 2017, e dunque spostandoci alla view di breve termine diramata dal top management della società, Terna stima di conseguire ricavi di esercizio pari a circa 2,25 miliardi di euro e un EBITDA in aumento a 1,58 miliardi di euro circa.

Si tratta complessivamente di risultati incoraggianti, che non potranno che determinare una tiepida soddisfazione nella compagnia energetica italiana, ora sospinta verso il conseguimento di una prima parte d’esercizio che possa prolungare le buone impressioni e le buone valutazioni che sono desumibili dallo scorso anno.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.