Sabbiatura dei metalli, come operare sul ferro

sabbiabbura metalliLa superficie metallica, in particolare quella del ferro, deve presentare determinate caratteristiche che ne consentano il trattamento successivo idoneo alla protezione da agenti infestanti. Per questa ragione, prima di ogni altro trattamento, il manufatto deve essere pulito tramite una buona sabbiatura. I manufatti metallici sono spesso ricoperti di ruggine, calamina, ossidi, sali e residui di verniciature precedenti. La sabbiatura dei metalli è una procedura meccanica mediante la quale il manufatto da trattare è lambito con un getto di graniglia – che può essere di diversa natura – che erode la parte superficiale, preparandolo ai trattamenti successivi.

La sabbiatura del ferro, come quella del resto dei metalli, si effettua per ottenere delle classificazioni molto particolari. Tali classi sono individuate con la denominazione di spolverata, commerciale e con l’incisione, che comprende un’ulteriore lavorazione. La lavorazione, in questo caso, si effettua in spazi aperti o vasche di lavorazione atte allo scopo.

L’apparecchiatura necessaria per effettuare una sabbiatura di buon livello è comune a tutte le categoria di manufatti, ferrosi e non. Immancabile il compressore, utilizzato per creare il getto di graniglia sotto pressione direzionato sul manufatto; l’essiccatore, per sabbiature a livello professionale e la sabbiatrice, utilizzata per miscelare aria e acqua nelle giuste proporzioni.

La sabbiatrice è composta da un serbatoio, da un circuito che controlla la corrente abrasiva e un ugello, dal quale fuoriesce la graniglia utile alla sabbiatura del ferro. Nel trattamento di materiali ferrosi, rimane particolarmente impiegata la sabbiatrice a turbine. La macchina è in grado di ripulire incrostazioni di ruggine particolarmente ostinate, anche su superfici molto estese. In questo caso, le sabbiatrici possono essere più potenti del normale.

Le sabbiatrici ad aria sono invece utilizzate nel caso in cui si abbia bisogno di automatizzare il processo o laddove i manufatti siano abbastanza ridotti da richiedere una potenza del getto di graniglia abbastanza ridotto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.