Scegliere un’auto usata? Ecco come muoversi con consapevolezza!

nissan autoCome fare la scelta migliore quando desideriamo cambiare auto

Il mercato delle auto usate

Anche se il trend di vendita delle auto nuove continua a crescere in modo incoraggiante, sempre più persone preferiscono scegliere solo auto usate. I motivi sono numerosi ma, a ben vedere, uno è legato al fatto che è ben noto che i veicoli nuovi subiscono un rapido deprezzamento non appena vengono portati via dalla concessionaria, con un calo di valore fino al 50% del prezzo originario durante i primi quattro anni di proprietà.

Scegliere auto usate o auto nuove?

È proprio per questo motivo che www.autoalbrici.it, uno dei siti internet di riferimento per la compravendita di auto usate, ci rivela che sempre più utenti preferiscono comprare auto di seconda mano, piuttosto che auto nuove. Certo, in parte la decisione di dirigersi verso un nuovo o un usato è dettata dal budget, considerato che un’auto usata è venduta a forte sconto rispetto a quella nuova.

Naturalmente, cercare di risparmiare denaro scegliendo un’auto di seconda mano non dovrebbe precludere ai compratori di garantirsi un mezzo in ottime condizioni! Ma come rendersi conto di avere a che fare con un’auto che giustifica un buon rapporto tra la qualità e il prezzo?

Purtroppo, a meno che non siate sufficientemente esperti, o non abbiate la possibilità di ricorrere a una concessionaria che possa garantire per voi, trovare un’auto usata in condizioni eccellenti significherà farla verificare da un meccanico di fiducia.

Perché scegliere un’auto usata

Come ricordano gli esperti, scegliere un’auto usata tra privati, senza l’intermediazione di una concessionaria, può essere molto pericoloso. Non sempre infatti i difetti vengono portati alla luce, e il risultato è che spesso di finirà con il comprare il problema di qualcun altro, rendendosene però conto quando è troppo tardi.

Dunque, meglio sempre far controllare il veicolo con un’ispezione indipendente, soprattutto se il mezzo è al di fuori della copertura di garanzia, o della supervisione di una concessionaria o di un operatore di qualità. Eppure, nonostante l’importanza di questa cautela, il 50% degli acquirenti non lo fanno, e finiscono con l’accollarsi un rischio eccessivo, dimenticandosi di essere cauti sulla presenza di eventuali problemi nascosti.

È anche per questo motivo che è bene e preferibile acquistare da un concessionario e, dunque, ottenere una piena protezione. Se infatti avete avuto un problema e il concessionario non lo ha rivelato, allora avete tutto il diritto di tornare alla concessionaria e richiedere l’esercizio di una forma di tutela, con riparazione del mezzo.

Tenete però conto, anche in questo caso, che non ci sono delle regole precise che possano valere per qualsiasi tipo di trattativa, e che il vostro obiettivo dovrà essere quello di leggere con attenzione il contratto di compravendita, alla ricerca di eventuali note e clausole per difetti e vizi. Cercate di compiere questa operazione con consapevolezza e con calma, senza cadere nella tentazione di concludere la transazione di acquisto perché siete convinti che sia un affare: spesso quando si tratta di un affare clamoroso… di clamoroso c’è invece solamente una fregatura, che vi lascerà con tanti rimpianti e tanti problemi meccanici da affrontare.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.