Tesoro annuncia le nuove emissioni di BOT

calculator-385506_960_720L’avvio di settimana per il mercato dei titoli di Stato è stato in territorio marginalmente negativo per il secondario europeo, e in particolare sul comparto core, sulla scia di dati macro migliori delle previsioni e in attesa della tornata di aste in Italia. I volumi sono poi stati assottigliati, nella giornata di ieri, in seguito alla ricorrenza del Colombus Day, con i mercati statunitensi che sono sì formalmente aperti, ma con un clima che è sostanzialmente semifestivo.

Sul fronte del primario venerdì sera il Tesoro ha annunciato che mercoledì di questa settimana offrirà 6,25 miliardi di euro di BOT a dodici mesi, per un ammontare che è pertanto inferiore rispetto ai 71,1 miliardi di euro che sono in scadenza, mentre ieri sera, a mercato chiuso, ha fornito i maggiori dettagli dei collocamenti a medio-lungo termine di giovedì 13 ottobre, con ammontare comunque modesto, considerando sia i 5 miliardi di euro di BTP a 50 anni piazzati martedì scorso sia la nuova emissione del BTP Italia che sarà collocato la prossima settimana e di cui verrà annunciata venerdì la cedola reale minima.

Spread di differenziale tra i Btp italiani e gli equivalenti Bund tedeschi in condizioni di sostanziale stabilità rispetto alle chiusure precedenti. Vedremo dunque nel corso dei prossimi giorni come saranno accolte le nuove aste dei titoli di Stato italiani, con le impressioni di stima sul primario che si stanno confermando ancora positivamente, e con una domanda attesa multipla dell’offerta prevista dal Tesoro italiano per gli appuntamenti che sono in programma per i prossimi giorni e per le aste di metà mese.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.