Volkswagen aggiorna i record di vendita

Nonostante lo scandalo dieselgate, Volkswagen sembra non fermare la progressione delle sue vendite. Tanto che, qualche giorno fa, la casa tedesca ha pubblicato i risultati commerciali dell’intero gruppo, rilevando che nel mese di dicembre vi sarebbe stata una crescita dell’11,8 per cento a 933.300 veicoli. Lo scorso anno, complessivamente, le vendite globali sono migliorate del 3,8 per cento a quota 10,312 milioni di unità, ponendosi pertanto nella migliore direzione per poter confermare la propria leadership dinanzi a Toyota.

“Il 2016 è stato un anno impegnativo per noi” – ha commentato l’amministratore delegato Matthias Mueller – “Abbiamo fatto passi avanti nel risolvere e superare la crisi del Dieselgate e, allo stesso tempo, abbiamo avviato il fondamentale processo di cambiamento con il piano industriale «Together-Strategy 2025» per rendere Volkswagen pronta al futuro della mobilità. Siamo comunque riusciti a stabilizzare le attività operative in condizioni diffi cili: il fatto che abbiamo consegnato oltre 10 milioni di veicoli ai clienti rafforza il gruppo e i suoi marchi mentre andiamo verso il futuro”.

Per quanto concerne la ripartizione territoriale, è sempre l’Europa il mercato più importante, con 4,206 milioni di veicoli consegnati, e con un incremento del 4 per cento. Migliora anche il mercato del Nord America (+0,8 per cento a 939.100 veicoli), mentre il Sudamerica continua a rappresentare un flop, con un crollo delle vendite del 24,6 per cento a 421.300 unità a causa del grave crollo in Brasile (-33,9 per cento). L’Asia Pacifico è salito del 9,7 per cento a 4,318 milioni grazie al sostegno offerto dalla Cina, dove le vendite sono cresciute del 12,2 per cento a 3,982 milioni di unità.

Per il 2017 la società intende intensificare i suoi sforzi nella emobility, nei veicoli autonomi, nella digitalizzazione di prodotti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.