Vuoi una casa ecologica? Ecco come fare

casa passivaLa bioedilizia è quella branca dell’architettura che insegna come progettare una casa totalmente ecosostenibile, che crei un bassissimo impatto sull’ambiente con la sua costruzione. Sono molti oggi i professionisti del settore che impiegano le migliori tecnologie per rendere sempre minore lo spreco di energia di un’abitazione e l’utilizzo di materiali inquinanti.

La casa passiva

Il concetto di casa ecocompatibile e quello di casa passiva sono particolarmente correlati. Si dice casa passiva un’abitazione che non necessita di sfruttare alcun tipo di fonte esterna per il riscaldamento, o meglio, che cerca di farlo per il meno possibile. Il progetto di una casa ecocompatibile cerca di avvicinarsi il più possibile a quello di una casa passiva, evitando di utilizzare tecnologie altamente inquinanti o materiali non riciclabili. Per fare un esempio nelle case ecocompatibili si tende a rinunciare al cemento, che è un materiale che necessità di un’ampia spesa di energia per essere prodotto, visto che si prepara cuocendo le rocce ricche di carbonato di calcio in forni a temperature elevatissime. Si utilizzano invece materiali da fonti rinnovabili, come ad esempio il legno, la lana di pecora, la paglia.

Progettare una casa ecologica

Per preparare il progetto di una casa ecologica è necessario quindi muoversi su due fronti: da un lato si ricercano materiali privi di sostanze nocive per l’ambiente, riciclabili e per quanto possibile ottenuti da fonti rinnovabili. Dall’altro lato si tende a predisporre l’abitazione in modo che non necessiti di un eccessivo dispendio di energia per essere abitata in modo confortevole. Questo secondo scopo si persegue prima di tutto con la disposizione degli ambienti interni e dell’intera costruzione: la zona giorno viene posta a sud, con diverse aperture, in modo da poter sfruttare al massimo la luce solare naturale per molte ore ogni giorno, senza ricorrere all’illuminazione artificiale. Nella zona a nord si posizionano i bagni, o le stanze di servizio, con aperture minime, per evitare che il freddo penetri nell’abitazione.

La coibentazione

Una delle principali spese energetiche di qualsiasi casa consiste nell’utilizzo di sistemi di raffreddamento o di riscaldamento dell’aria interna, per rendere gli ambienti più piacevoli da vivere in ogni stagione dell’anno. Per poter fare in modo che la casa consumi in modo compatibile con l’ambiente è possibile ridurre al minimo la spesa energetica, predisponendo una corretta coibentazione degli ambienti, utilizzando materiali isolanti sulle pareti, infissi altamente isolanti e doppi vetri. In questo modo il calore e il fresco prodotti all’interno non si disperdono all’esterno, creando un ambiente piacevole e poco dispendioso.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.