Google Car, si parte: i primi esemplari circolano su strada

google carSe ne è parlato per diversi anni ma finalmente siamo al punto di non ritorno: le Google Car, ovvero le auto intelligenti sviluppate dal colosso di Redmond, hanno finalmente iniziato a rendersi ben più concrete del caro vecchio progetto su carta alle quali erano state condannate fin’ora. Inaugurata la prima Google Car, infatti, ecco che le sue simili hanno iniziato a circolare sulle strade pubbliche della California in maniera assai più consolidata: già tempo fa qualche unità era stata avviata su strada, ma solo intorno al Google Campus di Mountain View e senza la possibilità di varcare altre soglie.

Ora invece la circolazione delle Google Car è stata riconosciuta dall’ente regolatore del traffico terrestre e naturalmente queste saranno sottoposte alle stesse identiche condizioni di legge che d’altra parte regolano la circolazione anche delle auto più classiche. Tuttavia non si può non considerare la particolarità data dalle auto di Google e per questo motivo sono state poste due condizioni ben precise affinché tutto ciò sia reso possibile: da una parte c’è bisogno che all’interno della Google Car sia presente una persona avente una regolare patente di guida, e al tempo stesso viene posta come paletto fondamentale la presenza di un cambio per il controllo manuale dell’auto così da permettere ai passeggeri di intervenire tempestevitamente nelle situazioni di emergenza.

Naturalmente queste misure sono state introdotte per permettere un miglioramento graduale della tecnologia di “autoguida” da parte di queste apparecchiature. L’obiettivo finale sarà quello di togliere di mezzo volante, pedali e cambio delle marce: la Google Car definitiva sarà un veicolo assolutamente autonomo in tutto e per tutto, sia nelle fasi di guida sia nelle fasi di pronto intervento relativamente alle situazioni di maggior rischio; in questo modo le Google Car doteranno di quella tanto voluta autonomia anche quelle persone che per qualsiasi ragione (anzianità o disabilità, ad esempio) non possono contare sulle proprie forze per procedere alla guida di un qualsivoglia mezzo.

Anche in questo caso la tecnologia corre in soccorso dei più deboli e lo fa, ancora una volta, con il marchio Google a farla da padrone: questa azienda si sta contraddistinguendo sempre più per il suo impegno costante e proficuo nella messa a punto di nuove tecnologie. E le Google Car, in questo senso, sono un qualcosa di assolutamente innovativo e utile! L’augurio è che nel breve periodo queste autovetture tanto particolari possano prendere piede anche al di là della sola America e che arrivino sui mercati internazionali a prezzi non eccessivamente proibitivi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.