Insegnante di scuola guida: l’iter formativo

guidaL’insegnante di scuola guida è quel professionista che, con pazienza ed attenzione, segue l’allievo nella formazione e preparazione teorica necessaria per sostenere l’esame per il conseguimento della patente. Si tratta di una figura professionale molto importante: l’insegnante di scuola guida lavora all’interno dell’autoscuola ed è qui che si occupa della formazione degli allievi con lezioni teoriche e preparandoli ad affrontare i test per ottenere la patente di guida.

Ma non solo: l’insegnante di scuola guida si occupa anche del recupero punti sulla patente, dei corsi CQC, dell’attività didattica dell’autoscuola nonché dei certificati di abilitazione professionale.

Chi può diventare insegnante di scuola guida?


Diventare insegnante di scuola guida vuol dire impegnarsi, lavorare con pazienza, con tenacia ed amare il proprio lavoro. Ma tutto ciò non basta: è infatti necessario possedere una serie di requisiti previsti dalla legge per intraprendere questa interessante professione.

Innanzitutto, è necessario che l’aspirante insegnante di scuola guida abbia compiuto la maggiore età e non abbia riportato condanne penali o sia stato dichiarato delinquente abituale. Ancora, dovrà aver conseguito il diploma di scuola media superiore ed aver frequentato un corso di studi di almeno 5 anni. Infine, l’aspirante insegnante di scuola guida dovrà essere in possesso di patente B.


Insegnante scuola guida: il corso obbligatorio e l’esame di idoneità


Non bastano i citati requisiti per diventare insegnante di scuola guida. E’ infatti necessario che l’allievo frequenti un corso obbligatorio e superi l’esame di idoneità alla professione.
Iniziamo dal corso obbligatorio che si articola in
145 ore e, di norma, è tenuto presso un Centro di Formazione oppure presso un’Autoscuola abilitata. L’aspirante insegnante di scuola guida, al termine del corso, riceverà un certificato di frequenza con il quale potrà iscriversi ed affrontare l’esame di idoneità alla professione.

Tale esame (costituito da una “prova quiz”, da una “1° prova teorica” e da una “2° prova teorica”) viene, di norma, tenuto presso la Provincia di competenza. E’ bene sottolineare che, nel caso in cui la Provincia di competenza non abbia bandito alcuna data di esame (ciò accade normalmente per carenza di domande), l’esame di idoneità alla professione di insegnante di scuola guida potrà anche essere sostenuto presso altre Province.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.