L’Analisi tecnica nel forex trading

forex tradingSe ne parla tanto e fa parte di quelle strategie necessarie ad ogni trader per eseguire le varie operazioni di mercato. Vediamo di spiegare cosa è un’analisi tecnica, per comprenderne i meccanismi e per prevedere attraverso di essa i trend futuri del mercato.

Per facilitare la lettura e la comprensione di articoli tecnici, guide e testi di approfondimento sul forex trading, è utile imparare a riconoscere e a “tradurre” in modo comprensibile alcune terminologie del gergo tecnico che possono sembrare ostiche ad un primo approccio. In questo caso parliamo appunto di analisi tecnica, e prima ancora di entrare nello specifico, cerchiamo di comprenderne il significato.
Molti testi di approfondimenti on line sono disponibili per la consultazione da parte di trader che iniziano a muovere i primi passi verso l’investimento e il mercato delle valute. Senza un’ adeguata e puntuale informazione quotidiana, non può esservi una gestione ottimale del forex trading. Saper individuare le news più appetibili e quelle più affidabili è parte di una strategia per le proprie operazioni ed attività. Una risorsa ricca e autorevole, dove trovare notizie fresche sul mercato forex, sui trend ed analisi tecniche, viene offerta dalla fonte Borsaedati.

Cosa si intende per analisi tecnica?

L’analisi tecnica è in pratica lo studio e la conseguente analisi di dati di mercato nell’ottica di una previsione dei trend futuri di mercato. Per dati di mercato si intendano: prezzi correnti, quelli storici (i dati disponibili e maggiormente usati nelle analisi), il volume.
Nel tempo i dati storici vengono conservati e mostrati per mezzo di grafici illustrativi a disposizione del trader, che può studiarli periodicamente, lungo un arco di tempo, al fine di capire e svelare i livelli di entrata e di uscita rispetto ad una operazione.

L’analisi dei grafici e il loro studio è importante per avere una panoramica sulle informazioni che sono alla base dei trend futuri.
Vi sono continui confronti fra esperti, su quale sia il metodo di analisi migliore per ottenere risultati ottimali e più realistici.
Da parte degli analisti tecnici vi è la convinzione che i fondamenti ruotino attorno ad indicatori di prezzo attuale, che indica il valore di mercato considerando tutte le informazioni raccolte e note.
A questo scopo gli analisti, nel tentativo di individuare il trend e fare ipotesi sulle quotazioni future, analizzano e ricercano continuamente patterns o ripetizioni negli andamenti dei prezzi.
Vengono esclusi da questo tipo di analisi, eventi e disastri naturali mondiali inattesi.

I tre punti principali di un’analisi tecnica:

1. Il trend dei prezzi è legato ai fondamentali a lungo termine.
Le tendenze che hanno una durata di mesi o di anni sono specchio fedele delle condizioni della salute economica (i suoi fondamentali). Gli eventi principali di una nazione sono sotto gli occhi di tutti, e andrebbero studiati e analizzati con estrema logica e obiettività.
Il trading deve poggiare sullo studio di trend nel tempo, e non soltanto sulle notizie fresche di giornata, perché queste potrebbero essere già anacronistiche rispetto al prezzo di mercato.
L’atteggiamento migliore nel mercato è quello di intuire ed anticipare le notizie per prevedere i trend futuri.
2. Analizzare e studiare il passato. La storia si ripete anche a distanza di tanto tempo. Non dimentichiamoci della teoria di Giambattista Vico dei “corsi e dei ricorsi storici”, senza necessariamente attribuire questa ricorrenza di fatti ed eventi alla provvidenza divina!

3. Osserva i trend! Dallo studio dei trend puoi comprendere quando uno strumento segue una certa tendenza e da lì puoi decidere i tuoi movimenti futuri. Tre sono le variazioni principali: al rialzo, al ribasso e laterale.
Nel tempo gli studi effettuati sui prezzi e sui volumi di mercato hanno consentito agli analisti tecnici di individuare trend e livelli di entrata e uscita di un’operazione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.