Saldi estivi al via: ecco come difendersi dalle truffe

saldiI saldi estivi sono ufficialmente iniziati. Ma come acquistare in tutta tranquillità, senza per questo incorrere in possibili fregature o acquisti errati? Ecco, a questo proposito, una guida utile e molto semplice: siete pronte?

Prima di tutto: frenatevi! Avete capito bene: i saldi rappresentano un’attrattiva sempre molto allettante e a cui è impossibile dire di no. Eppure, non è sempre oro tutto ciò che luccica! Partiamo, quindi, con le idee chiare e cerchiamo di comprendere cosa ci interessa davvero.

Possiamo sfruttare gli sconti anche per comprendere quali capi potrebbero diventare di tendenza. E quali, invece, evitare. Un altro trucco, molto utile, per evitare che tu ti faccia prendere dallo shopping compulsivo (e che finisca al lastrico come la protagonista di I Love Shopping) è semplice: qualche giorno prima dell’inizio ufficiale, fai un giro per i negozi che ti interessano maggiormente, e scegli (e prova) quello che ti piace veramente.

Eviterai di acquistare capi inutili, e che magari nemmeno ti piacciono. Attenzione, poi, a quello che trovi nei negozi: molti commercianti approfittano dei saldi per tirare fuori anche vecchi rimasugli di magazzino. Nulla di male (per carità!) ad indossare un capo della stagione passata, ma fai attenzione al prezzo esposto sul cartellino, ed anche all’eventuale sconto apllicato.

Ricordati, infatti, che la legge prevede che i negozianti applichino i saldi solo sui prodotti della stagione, e non certo sugli avanzi di magazzino! Parliamo, poi, del cartelino: durante i saldi deve essere presente su di esso sia il prezzo di partenza che quello in saldo (quindi con la percentuale di sconto che viene applicata).

Non devono essere presenti etichette extra con un possibile prezzo gonfiato ed un eventuale sconto. Se nutri alcuni sospetti, chiedi spiegazioni al negoziante: è un tuo diritto. Ora che hai qualche certezza in più, non ti resta che andare di corse nei tuoi negozi preferiti e comprare (senza nessun timore) i capi che hai tenuto d’occhio nelle scorse settimane.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.