Scelta del broker e Forex trading: gli errori da evitare!

Come iniziare con il piede giusto se siete dei principianti e non volete commettere i soliti errori? L’esperienza di altri insegna ed è un valido supporto per chi non ha idea di come funzionino le cose nel mercato del trading. In questa guida vogliamo proprio parlare di cose da non fare quando si opera nel mercato on line.

Non scegliere a caso

il forex trading andamentoE’ sicuramente uno degli errori più frequenti che commette chi è principiante, e che è bene evitare. Non bisogna pensare che ogni sito sia uguale all’altro…”tanto vale iniziare”. Non è affatto così, anzi, è tutto il contrario, perché ci sono delle caratteristiche basilari che devono essere garantite. Le piattaforme con le quali lavorate devono garantire una certa rapidità di esecuzione degli ordini.
Oltre all’aspetto pratico, bisogna anche considerare quello della sicurezza. Non bisogna trascurare tutto ciò che rende un sito affidabile, dagli aspetti legali a quelli della verificabilità della società attraverso dei controlli che lo stesso trader può fare sul sito. Non solo. Vi sono anche delle recensioni in rete che possono mostrare l’effettiva operatività di una piattaforma.
Per avere una panoramica di quali siano le piattaforme più professionali e di come riconoscerle, potete prendere come punto di riferimento questa fonte, http://www.comefaretradingonline.com/broker/, ottima risorsa per chi vuole sapere come muovere i primi passi nella scelta del broker,

Non credere a chi ti promette tanti soldi e soldi facili

E’ bene non affidarsi ciecamente alle pubblicità di mediatori presenti on line che promettono guadagni da capogiro “tutto e subito”! Non è vero né possibile! O meglio, potrebbe esserlo, ma con quante probabilità che accada sempre di vincere? Mi spiego. Se le operazioni di mercato sono lasciate al caso, vissute come un gioco d’azzardo, allora meglio lasciar stare. Se invece alla base di tutto, c’è una strategia, una mentalità predisposta alla pianificazione, allora si è nel mood giusto. Iniziare sull’onda dell’eccessivo entusiamo scatenato da chi promette oro ed incenso non è il massimo della premessa. Diffidate da chi vi promette guadagni elevati in poche settimane!
Piuttosto impiegate quelle settimane per farvi una cultura, prendendo quanto più possibile da tutorial, guide, e-book, video.

Bonus omaggio: non è oro ciò che riluce!

Sì, fanno gola e sono effettivamente ottimi strumenti…i bonus omaggio sono soldi in più che ci vengono offerti dal broker. Ma scegliere un broker solo ed esclusivamente perché offre un bonus omaggio non è una buona idea. Prima andrebbero verificate altre cose, come la trasparenza, l’affidabilità e la legalità. Mi raccomando questi aspetti sono determinanti.
Ci sono delle leggi da rispettare, le società devono operare con strumenti controllati e gli utenti vanno tutelat perché si tratta dei loro soldi, dei loro risparmi.
Ogni broker deve garantire delle licenze per poter operare in un certo paese. Le più famose sono CySec o FSA (britannica), l’italiana Consob, che si occupano di rilasciare le necessarie autorizzazione, solo dopo essersi accertati che:
le piattaforme siano a norma, efficienti, funzionali
i conti dei trader siano custoditi presso banche più che sicure e su

Non avere una strategia

Le strategie sono fondamentali per fare investimenti mirati. Chi opera senza avere una chiara strategia non può andare molto lontano. Improvvisare è molto rischioso, spesso l’errore fatale che costa la resa da parte del principiante.
Ma come costruirsi una strategia vincente ?
Sicuramente partendo da una strategia costruita non casuale, registrando nel dettaglio ogni operazione che facciamo, il capitale investito e il guadagno atteso o già rilevabile.

Avere un obiettivo è fondamentale! Fissate un obiettivo di guadagno entro un certo tempo, pianificando degli investimenti mirati.
Non siate avidi ed imprudenti, mettete intanto piccole ma solide radici, puntate ai piccoli guadagni ma costanti nel tempo.
Non demordete: se non avete risultati immediati, non importa. Quello che conta è perseguire. Sbagliare è anche un modo per imparare, sapete? Ma è necessario non ripetere poi quegli errori, però!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.