Spotify festeggia i 50 milioni di abbonati

Ottimi risultati per Spotify, con la società svedese che ha annunciato di aver raggiunto e superato la soglia dei 50 milioni di utenti paganti. Sempre secondo quanto afferma il leader mondiale dello streaming musciale, nel corso degli ultimi sei mesi gli abbonati sono cresciuti del 25 per cento, riuscendo così a distanziare la concorrenza rappresentata principalmente da Apple Music, che qualche settimana fa celebrava il raggiungimento del traguardo di 20 milioni di abbonati.

Per quanto attiene gli altri elementi condivisi con i propri stakeholders, Spotify ha annunciato di aver conseguito un fatturato medio annuo di 2 miliardi di euro l’anno, sebbene sia ancora lontana dal poter maturare un esercizio in utile. Con l’occasione, Spotify ha anticipato di voler continuare a crescere sui mercati internazionali, e in particolar modo negli Stati uniti, dove peraltro non è escluso che decida di quotarsi in Borsa, magari replicando il successo di alcune recenti IPO di settore.

Per poter sostenere con impulso la crescita, inoltre, Spotify sta affilando le armi sulla versione ad alta qualità dell’ascolto: al momento, Spotify hi-fi è ancora in una fase di test, ma dovrebbe concretizzarsi come una vera e propria opzione in più all’interno di Spotify Premium, il servizio che comprende qualche benefit aggiuntivo come gli sconti per comprare vinili, oppure le riduzioni per acquistare i biglietti dei concerti.

Per quanto infine concerne il fronte pubblicitario, sono già state lanciate le playlist sponsorizzabili da brand terzi: una volta individuata la playlist che si ritiene possa soddisfare al meglio il proprio obiettivo di campagna, gli inserzionisti possono scegliere di sponsorizzarla per una settimana. Spotify ha anche annunciato di voler lavorare insieme all’azienda per guidare gli ascolti della playlist durante la sponsorizzazione, mediante l’utilizzo di specifiche e mirate azioni di marketing.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.