A dieta senza dimagrire? È colpa del cervello!

Se vi mettete a dieta ma proprio non riuscite a perdere peso, la colpa è del vostro cervello o, meglio, del fatto che il vostro organismo, dinanzi a una riduzione delle proprie “risorse” a disposizione, non può far altro che compensare bruciando meno energie. A evidenziare questo meccanismo, attivato dalle cellule cerebrali, è stato un recente studio condotto dall’Università di Cambridge, nel Regno Unito, condotto sui topi e pubblicato sulla rivista eLife.

Nel dettaglio, i ricercatori hanno testato il ruolo di un gruppo di neuroni nell’ipotalamo: tali neuroni, denominati Agrp, sono noti anche con il nome di “neuroni della fame”, visto e considerato che quando vengono attivati ci fanno mangiare, ma se sono inibiti possono condurre a un’anoressia quasi completa.

Ebbene, il team di ricerca ha cercato di manipolarli, attivandoli e spegnendoli, per poter vedere cosa sarebbe successo. Per far ciò le cavie sono state poste all’interno di camere speciali che misuravano il dispendio energetico, e sono state altresì impiantate delle sonde per poter misurare da remoto la loro temperatura, in diversi contesti di disponibilità di cibo.

È emerso che i neuroni in questione, se attivati, sono in grado di renderci più affamati e a indurci a mangiare. Tuttavia, se non c’è cibo disponibile, agiscono – di contro – per poter risparmiare energia, andando a limitare il numero di calorie bruciate e, pertanto, la perdita di peso. Lo studio descrive altresì un altro meccanismo in virtù del quale tali neuroni sono in grado di conoscere quanta energia abbiamo incamerato, controllando di seguito quante calorie vengono consumate.

Gli studiosi sono ora piuttosto ottimisti nel considerare che anche attraverso tale ricerca si possa presto giungere a un nuovo traguardo nel trattamento delle condizioni di sovrappeso e di obesità.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.